Come organizzare un viaggio in Georgia fai-da-te

La Georgia è una dei paesi più sorprendenti che abbia visitato negli ultimi anni, e questo nonostante io mi sia infortunata e sia dovuta rientrare prima del previsto. A causa di questo “incidente di percorso” non ho potuto completare tutto l’itinerario che avevo pianificato, quindi ci tornerò sicuramente. La Georgia è un paese che mi ha affascinato da sempre, e, come spesso accade, la realtà ha superato di gran lunga le mie aspettative. Organizzare un viaggio in Georgia fai-da-te è abbastanza semplice;  in base al periodo dell’anno che si sceglie, però, ci sono alcune accortezze da seguire. In questo articolo trovate quindi tutti i miei consigli e tutte le informazioni utili per organizzare un viaggio in Georgia in autonomia. 

Tbilisi by night, Georgia
Tbilisi by night

Come arrivare in Georgia

In aereo

Da italiani siamo abbastanza fortunati, in particolare chi vive a nord come la sottoscritta. Da Milano (e da Bergamo) infatti ci sono diversi voli diretti per Tbilisi e per Kutaisi. Più in dettaglio: Wizzair vola da Milano Malpensa a Kutaisi 4 giorni a settimana, e Georgian Airways vola dall’Aeroporto di Bergamo Orio al Serio a Tbilisi 2 volte a settimana. La seconda è più cara rispetto alla prima, ma è decisamente comoda. In alternativa potete raggiungere Tbilisi o Kutaisi con altre compagnie (come Turkish, Pegasus, KLM, Lufthansa ed altre)  facendo uno scalo a Istanbul, Amsterdam, ecc. Il problema di questi voli con scalo sta nel fatto che, nel 90% dei casi, atterrerete/ripartirete ad orari improbabili. Non si capisce perchè, ma la maggior parte di questi voli atterra in Georgia alle 3-4 di mattina e riparte ad orari simili. Wizzair e Georgian Airways, oltre alla comodità del volo diretto, hanno anche orari umanii. 

In autobus (dall’Armenia)

Yerevan, la capitale dell’Armenia, dista 5-6 ore di autobus da Tbilisi e Wizzair ha 4 voli a settimana da Milano Malpensa su Yerevan. Soprattutto se avete intenzione di visitare sia l’Armenia che la Georgia, può avere molto senso volare in uno dei due stati e ripartire poi dall’altro. Per quanto riguarda l’Azerbaijan, invece, al momento non è possibile entrare via terra da/per la Georgia. A questo proposito vi consiglio di consultare la pagina relativa all’’Azerbaijan su Viaggiare Sicuri per gli aggiornamenti. 

Potrebbe interessarti: Turchia, cosa vedere in 10 giorni

vista di Tbilisi, Georgia
vista di Tbilisi

Documenti necessari per entrare in Georgia

Per entrare in Georgia bisogna avere il passaporto, con validità di almeno sei mesi dalla data di ingresso nel paese. Dal 2015, inoltre,  i cittadini italiani possono entrare in Georgia senza obbligo di visto per un periodo non superiore a 365 giorni. 

C’è però una cosa a cui dovrete fare attenzione prima di entrare nel paese e riguarda il possesso di alcuni farmaci. La legge georgiana sulle sostanze stupefacenti è estremamente severa e non permette il possesso di alcune sostanze comunemente utilizzate in alcuni farmaci ampiamente commercializzati in Italia (es l’efedrina, la codeina, il tramadolo e tante altre). Prima di partire controllate la lista completa su questo sito, dove spiegano anche cosa fare nel caso si vogliano introdurre nel paese questi farmaci. Personalmente non ho visto alcun controllo in tal senso in aeroporto a Tbilisi, ma è sempre meglio partire ben informati. 

Quando andare in Georgia

Se non l’avessi visitata in pieno inverno, vi avrei detto di optare per tutte le stagioni tranne quest’ultima. In realtà in Georgia si può andare durante tutto l’anno e ogni stagione ha la sua bellezza. In inverno, appunto, a Tbilisi fa freddo (ma non più che a Milano, anzi), le località sciistiche sono piene e c’è la neve lungo tutto l’arco montano del Caucaso. I paesaggi sono davvero fiabeschi! L’unico aspetto negativo di andarci in questo periodo dell’anno è che la logistica può non essere semplicissima, soprattutto per raggiungere (o per lasciare) la regione dello Svaneti o Kazbegi. Le strade, infatti, possono essere bloccate dalla neve. La primavera e l’autunno probabilmente sono le stagioni migliori per visitare un pò tutto il paese, non fa troppo caldo e ci sono meno problemi per la neve. Ottobre e Novembre sono perfetti per visitare la regione vinicola di Kakheti, con la vendemmia e i bellissimi colori del foliage, mentre a Maggio ci sono diversi festival del vino a Tbilisi. Anche l’estate è un buon momento per visitare la Georgia, soprattutto se siete interessati a fare trekking sulle magnifiche montagne del Caucaso, nelle regioni di Svaneti e di Kazbegi. 

Monumento dell'amicizia tra Russia e Georgia, Gundari, Georgia
Monumento dell’amicizia tra Russia e Georgia, Gundari

La Georgia è sicura?

Sì, la Georgia è assolutamente sicura, e questo vale anche per le donne che viaggiano da sole nel paese. La criminalità comune è veramente ridotta e a Tbilisi valgono le accortezze normali che riguardano ogni grande città. I georgiani sono estremamente amichevoli e ospitali, in Georgia l’ospite è sacro (come nei vicini paesi dell’Asia centrale) e sono tutti pronti ad aiutarvi in qualsiasi momento. 

Le uniche zone dove è sconsigliato andare, sono l’Ossezia del Sud e l’Abkhazia, le due regioni occupate militarmente dalla Russia dal 2008. I turisti potrebbero anche entrare qui, ma non c’è alcun motivo per farlo. In generale, comunque, non ci sono nuove ostilità che riguardano quelle zone. L’unico problema di sicurezza che riguarda la Georgia è legato alla loro guida spericolata. Raramente rispettano i limiti e le distanze di sicurezza, fanno sorpassi oltremodo azzardati e usano spesso e volentieri il cellulare alla guida. Avendo attraversato il paese in lungo e in largo ho perso qualche anno di vita per questo! Da quello che mi hanno detto stanno cercando di “educare” almeno le persone che lavorano nel turismo e mi auguro davvero che la situazione cambi presto da questo punto di vista. 

Potrebbe interessarti: Cappadocia (Turchia), cosa vedere in 3 giorni

Fortezza di Ananuri, Georgia
Fortezza di Ananuri

Come spostarsi in Georgia

In auto

Le strade non sono sempre in buono stato in Georgia e, come vi dicevo sopra, loro guidano come i pazzi. Noleggiando un auto però si riescono ad ottimizzare molto bene i tempi e si ha la possibilità di raggiungere anche le zone meno battute. Di solito io uso il sito Discovercars (prenotando il noleggio con un certo anticipo si spende sempre meno!). Per evitare fregature comunque, ricordatevi di controllare sempre il voto e le recensioni che gli utenti danno alle varie compagnie di autonoleggio. Li trovate sul sito stesso di Discovercars, ma potete fare un doppio controllo anche su Trustpilot. Alcune compagnie offrono prezzi stracciati ma il servizio poi è pessimo. 

In bus (marshrutka)

Come in Uzbekistan, Kirghizistan e negli altri ‘stan, il mezzo si utilizzano molto i minibus, che si chiamano marshrutka: generalmente sono dei vecchi pulmini da 20 persone che seguono un percorso fisso e partono non appena si riempiono. Molte tratte adesso iniziano ad avere orari fissi. Le tratte che collegano le città più grandi (Tbilisi, Batumi, Kutaisi e Zugdidi) sono invece effettuate da autobus grandi, più moderni e più comodi. 

Le  marshrutka si trovano ovunque, in qualsiasi paese o villaggio. Costano poco, ma, se non li prendete al capolinea, rischiate di dover stare in piedi schiacciati da altri cristiani come voi, anche per ore. 

In taxi/Bolt/metropolitana a Tbilisi

Anche a Tbilisi molti si spostano con le marshrutka, ma per noi stranieri non è semplicissimo utilizzarli in città. In realtà non ha neanche tanto senso perchè a Tbilisi c’è la metropolitana e, soprattutto, Bolt e i taxi costano pochissimo. Per chi non la conoscesse, Bolt è un app che si scarica sul telefono e funziona esattamente come Uber o come le app di taxi che abbiamo anche in Italia. Le auto sono sempre disponibili, a tutte le ore, e costano cifre irrisorie (meno di 2 euro a tratta mediamente). Anche quando arrivate in aeroporto a Tbilisi vi consiglio di utilizzare Bolt che costa circa 26 GEL (circa 9 euro ) contro 70 GEL (circa 24 euro) dei taxi ufficiali. 

NOTA: durante il mio viaggio ho conosciuto ed utilizzato diversi driver/guide molto brave, che mi sento di consigliare al 100%. Se foste interessati ai loro contatti, scrivete un commento all’articolo e ve li manderò.

paesaggio montano vicino Kazbegi, Georgia
paesaggio montano vicino Kazbegi

La moneta e i pagamenti

La valuta che si usa in Georgia è il Lari, abbreviato con la signa GEL. Si può prelevare comodamente ovunque nelle città di grandi e piccole dimensioni, ma non c’è neanche bisogno di farlo in realtà: i pagamenti con la carta o contactless sono veramente molto diffusi. Vi consiglio di prelevare poco, giusto per pagare i bagni (sì, quelli lungo la strada o negli autogrill si pagano e spesso solo in contanti) o piccole cose nelle zone rurali o nei mercati. 

Quanto costa un viaggio in Georgia?

La Georgia è un paese decisamente economico per noi, e ancor di più quando si esce dalle grandi città come Tbilisi, Batumi o Kutaisi. Per darvi un’idea dei prezzi medi a Tbilisi:

  • Posto letto in ostello: 6-8 euro 
  • Camera doppia in hotel 4 stelle: 70-100 euro
  • Litro d’acqua: 0,5 euro
  • Pasto economico: 3-5 euro
  • Entrata in un museo: 3-5 euro
  • Taxi a Tbilisi: 1,5-3 euro
Terme sulfuree a Tbilisi, Georgia
Terme sulfuree a Tbilisi
piatti tipici georgiani
piatti tipici georgiani

Connettività: wifi e sim card

In Georgia il wifi si trova facilmente ovunque, hotel, ristoranti, musei, etc,, ma se volete restare sempre connessi o utilizzare il navigatore online vi conviene acquistare una sim card. Pur essendoci il roaming, come sempre vi consiglio di optare per una sim locale, fisica o virtuale (e-sim). Costano molto meno delle offerte che potete avere con gli operatori italiani e la copertura è nettamente migliore. Per quanto riguarda le sim virtuali vi consiglio le e-sim di Airalo, che ho iniziato ad utilizzare da un pò di tempo e che trovo comodissime. Se il vostro cellulare le supporta (tutti i telefoni di ultima generazione lo fanno), potete acquistarla e attivarla già prima di partire. In questo modo non dovrete rinunciare al vostro numero italiano e quando atterrerete sarete già connessi! L’installazione è facilissima e inserendo il codice BEBORGHI avrete diritto ad uno sconto del 10%. 

In alternativa potete acquistare una sim fisica in aeroporto, all’arrivo, o in città. Tra gli operatori vi consiglio MagtiCom: io ho speso 60 GEL (circa 20 euro) per avere connessione illimitata per 1 mese, ma esistono contratti più brevi ed economici. 

Cattedrale di Mtskheta, Georgia
Cattedrale di Mtskheta

Dove dormire in Georgia

La scelta di strutture in Georgia è ampissima; avendo dei prezzi più bassi dell’Italia io mi sono trattata bene e ho alloggiato sempre in strutture di livello medio-alto. Qui di seguito vi segnalo sia quelle dove ho dormito io, che altre che mi sono state consigliate.

  • Bazzar Boutique Hotel (Tbilisi): moderno boutique hotel in una posizione comoda e tranquilla. Stanze super accessoriate e colazione veramente buona e varia.
  • The House Hotel Old Tbilisi (Tbilisi): hotel di grande fascino in un edificio storico nel cuore di Old Tbilisi. Arredi stupendi ed estremamente curati.
  • Namaste Hostel (Tbilisi): ostello con vista nel centro storico di Tbilisi. Rapporto qualità-prezzo insuperabile.
  • Best Western (Kutaisi): hotel moderno con tutti i comfort in una posizione perfetta nel centro di Kutaisi. Ha un bel rooftop bar con vista ed è molto buona anche la cucina. 
  • Rooms Hotel (Kazbegi): ospitato in un ex sanatorio russo magnificamente ristrutturato e riconvertito, è hotel molto conosciuto in Georgia ed è anche molto bello. La vista sulla chiesa della Santa Trinità e sul Monte Kazbek è meravigliosa. 
  • Hotel Lahili (Mestia): hotel moderno, molto carino, vicino al fiume, con una bella vista sulle torri di Mestia. 
  • WinterFell (Mestia): una specie di glamping con delle casette in legno molto carine subito fuori dal centro di Mestia. 
Rooms Hotel a Kazbegi, Georgia
Rooms Hotel a Kazbegi

L’assicurazione medico-bagaglio per la Georgia

Tra gli aspetti da considerare, soprattutto quando si viaggia nei paesi extra-EU c’è l’assicurazione medico-bagaglio. In Georgia la nostra copertura sanitaria non vale e il mio consiglio è quello di fare sempre una classica assicurazione medico-bagaglio che vi possa coprire durante il viaggio. Proprio durante il mio viaggio in Georgia, infatti,  mi sono rotta una caviglia e ho testato con mano tutti i vantaggi dell’avere un’assicurazione: si sono occupati egregiamente di tutte le pratiche per il mio rientro anticipato in Italia (rimborsi annessi). Nello specifico, io avevo un’assicurazione con Heymondo, un sito che confronta le polizze di diverse compagnie e propone la polizza più conveniente per quel determinato viaggio. Per farla dovrete inserire i dati relativi al vostro viaggio e vi manderanno una mail con la proposta migliore che potrete poi acquistare direttamente on-line (essendo miei lettori avrete diritto anche uno sconto del 10%!!!). Io mi sono trovata benissimo. 

Io in mezzo alla neve nella regione dello Svaneti, Georgia
io in mezzo alla neve nella regione dello Svaneti (prima di rompermi una caviglia)

Viaggio in Georgia: itinerario di 1 settimana

  1. Tbiisi
  2. Tbilisi
  3. Mtskheta, Uplistsikhe e Gori (day tour)
  4. Ananuri e Kazbegi (day tour)
  5. Batumi
  6. Kutaisi (Gelati,  canyon Okatse e Martvili
  7. Kutaisi
Città rupestre di Uplistsikhe, Georgia
Città rupestre di Uplistsikhe

Viaggio in Georgia: itinerario di 2 settimane (o più)

  1. Tbiisi
  2. Tbilisi
  3. Tbilisi
  4. Mtskheta, Uplistsikhe e Gori (day tour)
  5. Sighnaghi (day tour)
  6. Ananuri e Kazbegi 
  7. Kazbegi
  8. Kutaisi
  9. Kutaisi (Gelati,  canyon Okatse e Martvili) 
  10. Svaneti (Mestia e Ushguli)
  11. Svaneti (Mestia e Ushguli)
  12. Svaneti (Mestia e Ushguli)
  13. Batumi 
  14. Kutaisi
Sauna immersa nella neve a Mestia, Svaneti, Georgia
Sauna immersa nella neve a Mestia, Svaneti

FAQ sulla Georgia

Quante ore ci vogliono per arrivare in Georgia con l’aereo?

Per arrivare in Georgia con volo diretto da Milano si impiegano circa 4 ore. Prendendo, invece, un volo con scalo le ore diventano almeno 6,5-7.

Qual è il fuso orario della Georgia?

La Georgia si trova 3 ore avanti rispetto all’Italia e 4 quando vige l’ora legale.

Si può entrare in Azerbaijan dalla Georgia?

Al momento si può entrare in Azerbaijan dalla Georgia solo per via aerea: le frontiere terrestri sono chiuse. Vi consiglio comunque di consultare la pagina relativa all’’Azerbaijan su Viaggiare Sicuri per tutti gli aggiornamenti. 

9 commenti su “Come organizzare un viaggio in Georgia fai-da-te”

  1. Veramente molto brava ed esauriente, grazie.
    Se mi puoi indicare le guide ti sarei molto grato,
    ciao e graziue
    Socrate

    Rispondi
  2. Grazie per le informazioni,sarei interessata ai contatti dei driver in Georgia.Inoltre se noleggio un’auto a Tbilisi,non credo di poterla lasciare a Erevan,giusto? Poiché io arriverò a kutaisi e ripartirò da Erevan.

    Rispondi
    • Ciao Giovanna, ho provato a mandarti una mail all’indirizzo che vedo nella richiesta ma torna indietro. Scrivimi una mail a valentina@beborghi.com e te la rimando, grazie. Rispetto al noleggio auto dipende dalla compagnia, devi guardare se è previsto il rilascio in un posto diverso, molte compagnie lo fanno, ma applicano un bel sovrapprezzo. Un saluto, Valentina

      Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.