Sofia (Bulgaria): tutte le cose da vedere

Sofia, ovvero la capitale della Bulgaria, è una città affascinante e ben poco conosciuta.  Prima di partire non avevo realizzato che la Bulgaria confinasse, tra gli altri, con la Macedonia, la Grecia e la Turchia. A ben vedere, proprio la sua posizione geografica giustifica quell’atmosfera da crocevia tra Oriente e Occidente che vi si respira ovunque. Ho trascorso in Bulgaria un week-end lungo (3 giorni pieni)  tra Sofia, Plovdiv e i dintorni, facendo e vedendo tantissime belle cose. Durante questo viaggio ho anche scoperto che la Bulgaria è di gran lunga uno dei paesi più economici d’Europa!  Qui potrete concedervi ogni lusso (o quasi) e spenderete comunque poco. 

Sofia non è una città bellissima a livello architettonico, non è paragonabile ad altre capitali europee come Parigi, Londra o Madrid, ma è una città affascinante, giovane e dinamica. È stata molto danneggiata durante i bombardamenti nella II Guerra Mondiale, ma è anche una delle pochissime città europee dove, nella stessa piazza, si può trovare una moschea, una sinagoga e una chiesa ortodossa. Durante lo stesso week-end sono riuscita a vedere anche i dintorni e, soprattutto, a visitare Plovdid, la seconda città più importante della Bulgaria, di cui mi sono letteralmente innamorata (ma di Plovdiv ve ne parlo in un articolo dedicato). Avendo più giorni vale sicuramente la pena andare a visitare anche i 7 laghi di Rila e il monastero omonimo, con un’escursione/trekking di una giornata (vedi a fine articolo). 

centro di Sofia, Bulgaria

Come raggiungere Sofia

Sofia è facilmente raggiungibile dall’Italia con voli diretti operati da diverse compagnie low cost (Ryanair, Wizzair, ecc) dalle principali città italiane. I voli tra l’altro sono davvero economici, soprattutto se li comprate con un minimo di anticipo. Dall’aeroporto poi, il mezzo più semplice e rapido per raggiungere il centro di Sofia è il taxi. In alternativa potete prenotarvi un transfer privato tramite questo sito (se siete in 2 o 3 è abbastanza conveniente).

Quando andare a Sofia

La Bulgaria ha un clima continentale, con estati calde ed inverni molto freddi (la neve non è affatto rara!). Il periodo migliore per andare a Sofia è la primavera o l’inizio dell’estate.  Io ci sono stata a  maggio e c’erano delle giornate incredibili, più calde e soleggiate che in Italia. Marzo, aprile e l’autunno possono essere molto piovosi, mentre l’inverno è perfetto se volete provare l’esperienza dello sci in Bulgaria. Le piste da sci sono veramente ad un tiro di schioppo da Sofia.

Dove dormire a Sofia

  • 5 Vintage Guest House: una guest house molto carina nel centro di Sofia, con diversi spazi comuni con caffè, thè e spuntini sempre a disposizione degli ospiti. Le camere sono davvero un gioiellino. 
  • Art’Otel: hotel ospitato in un edificio storico rinnovato risalente agli anni Trenta, con una bella terrazza e un’ottima colazione inclusa.
  • Hotel Balkan: storico hotel a 5 stelle che fa parte della catena Sheraton. Se volete provare l’ebrezza del lusso a basso costo, qui potete farlo.
  • Hotel Light. Un hotel moderno e confortevole a pochi passi dal centro, con stanze molto grandi e rinnovate da poco. Lo staff è super gentile e disponibile per organizzare gite o trasferimenti.

Tour gratuiti di Sofia

Come in molte altre città, anche a Sofia i giovani del posto offrono passeggiate guidate nel centro alla scoperta delle attrazioni della città. Sono tour in inglese gratuiti (normalmente si lascia una mancia). Potete prenotare il free tour tramite questo sito.

Sofia (Bulgaria): tutte le cose da vedere

Sofia è abbastanza piccola e il centro si può visitare tutto a piedi. È una città moderna, dove spuntano qua e là cupole dorate, moschee ottomane e i classici palazzoni grigi di stampo sovietico. La maggior parte delle cose da vedere si trova lungo Tsar Osvoboditel , Vitosha e intorno alla cattedrale Alexander Nevsky: in un giorno la girate tutta in lungo e in largo, riuscendo a vedere anche uno o due musei.

Sofia è inoltre una città piena di verde, con tantissimi parchi ben curati e, soprattutto, con le montagne e i boschi a pochi chilometri dal centro. Gli abitanti della città non perdono occasione per rilassarsi bevendo nei bar all’aperto per le strade del centro e passeggiando in uno dei tanti spazi verdi. Mi ha molto colpito il mood vivace e allegro di Sofia; complice probabilmente il sole estivo, tutti erano fuori a bere, chiaccherare e mangiare. Gente di tutte le età (anziani inclusi) che non perde occasione per stare insieme e divertirsi. 

Tra le cose assolutamente da non perdere a Sofia ci sono sicuramente:

  • Cattedrale Alexandar Nevsky: con le sue cupole d’oro, la cattedrale è la più grande chiesa ortodossa del paese (può contenere fino a 5000 persone). Questa chiesa fu costruita nei primi anni del ‘900 per commemorare i soldati russi che persero la vita combattendo per l’indipendenza bulgara. Lo stile è neobizantino e all’interno ci sono dei bei mosaici. Nella parte verde che circonda la cattedrale c’è un piccolo mercatino molto carino con delle bancarelle che vendono icone e vecchi cimeli sovietici.
  • Chiesa di Sveta Sofia: a pochi passi dalla cattedrale, è la chiesa da cui la città ha preso il nome ed è la più antica della città. All’estreno c’è il monumento al milite ignoto e la tomba di Ivan Vazov, il più amato scrittore bulgaro.
  • Teatro Nazionale Ivan Vasov: un bel teatro in stile neoclassico all’interno di un giardino con una grande fontana. Tutta la zona è molto frequentata dagli abitanti di Sofia che vengono qui a passeggiare o mangiare un gelato.
  • Galleria Nazionale “Quadrato 500”: inaugurata nel 2015, si trova in una bella sede e i quadri sono ben allestiti.
  • Pl Nazavisimost: in questa enorme piazza di stampo sovietico si trova la Presidenza della Repubblica, la Casa del Partito (che un tempo era, appunto, il quartier generale del Partito Comunista Bulgaro), e la Rotonda di Sveti Georgi, una minuscola chiesa nascosta nel cortile della Presidenza. A pochi metri da li ci sono inoltre la cattedrale di Sveta Nedeleya. 
  • Museo storico di Sofia: allestito nella struttura (molto bella) che un tempo ospitava le Terme centrali della città. Nella stessa piazza c’è anche la Moschea Banya Bashi e, di fronte, il mercato coperto (ottimo per una sosta street food) e la sinagoga. 
  • Vitosha: la via principale di Sofia, è chiusa al traffico nella parte centrale e pullula di bar e ristoranti gremiti di persone. Il posto giusto per lo struscio del sabato pomeriggio.
  • le vie intorno a Han Krum: questa è la zona hipster di Sofia, qui trovate negozi carini (vintage e non), bei bar, ristoranti e locali. Su tutti non perdetevi The Apartment (una casa/circolo dove andare a bere e mangiare in un appartamento molto bello e colorato) e Hambara, un locale illuminato solo dalle candele. 
Potrebbe interessarti anche:  Cosa vedere a Praga in 3 giorni
immagini religiose vicino ad una chiesa di Sofia, Bulgaria
Teatro Nazionale Ivan Vazov - Sofia
Teatro Nazionale Ivan Vazov

Sofia

Cosa vedere nei dintorni di Sofia

Chiesa di Boyana e Parco Naturale Vitosha

Sofia è una delle poche capitali nel mondo situate ai piedi di una montagna che supera i 2000 metri (pensate che qui si può andare a sciare prendendo il tram!). Dal centro di Sofia si vedono infatti le vette innevate del Cherni Vrah (2290 mt) e di altri monti che fanno parte del Parco Naturale Vitosha (il parco naturale più antico dei Balcani).  Questa catena montuosa è lunga 23 km, viene spesso chiamata il “polmone di Sofia”, ed è una popolare stazione sciistica in inverno. Nelle altre stagioni è molto frequentata dagli escursionisti e dai turisti che vengono qui a passeggiare e fare picnics. Ci sono tanti sentieri ben segnati, alcuni chalet, rifugi e ristoranti. 

Prendendo un taxi o il tram N.5 dal centro di Sofia cambiando poi con il bus N.107 fino al capolinea, si arriva ad una delle basi di partenza di molti sentieri e, soprattutto, all’antichissima chiesa di Boyana. È una chiesa minuscola in cui si può entrare a piccoli gruppi (max 10 persone) ed è Patrimonio dell’Umanità UNESCO. All’interno ci sono 90 incredibili affreschi del XIII secolo che non sono mai stati ristrutturati; gli affreschi si sono conservati benissimo e i colori sono ancora brillanti Per visitarla dovete comprare il biglietto in biglietteria e poi mettervi in coda davanti all’ingresso, non c’ è una fila vera e propria e si crea un po di confusione.  Da lì potete continuare a salire a piedi seguendo uno dei diversi sentieri che portano a delle cascate (Boyana Falls) o a un lago. Ci sono anelli di 2 o 4/5h. Noi l’abbiamo fatto in autonomia, ma potete anche approfittare di un tour che include più posti, come ad esempio questo che include, oltre alla chiesa di Boyana, anche il monastero di Rila

Potrebbe interessarti anche:  12 Weekend low cost in Europa
Chiesa di Boyana vicino Sofia, Bulgaria
Chiesa di Boyana

7 laghi di Rila

Tra le gite più belle che si possono fare in giornata da Sofia c’è sicuramente quella ai 7 laghi di Rila, che si trovano a circa 100 km da Sofia (2h in auto o bus). L’altitudine di queste 7 laghi varia fra i 2.100 e i 2.500 metri sul livello del mare e sono una delle attrattive principali di tutta la Bulgaria. Ogni lago ha un nome associato alla sua caratteristica più evidente: il più alto, ad esempio, si chiama Salzata (“La Lacrima”) per le sue acque limpide. Quello immediatamente più in basso invece Okoto (“L’Occhio”) per la sua forma quasi perfettamente ovale, e via dicendo. Potete visitarli partecipando ad un tour che include anche il Monastero di Rila, oppure facendo un trekking (sempre organizzato, con partenza da Sofia)

7 laghi di Rila - Bulgaria
uno dei 7 laghi di Rila

Plovdiv: la città più antica d’Europa

Plovdiv è la seconda città più grande della Bulgaria e si trova a 150 km da Sofia, in direzione del Mar Nero. È una città universitaria e ha origini molto antiche, e c’è chi sostiene che sia addirittura la città più antica d’Europa, costruita prima di Roma e Atene. La città è molto bella e interessante, ed è visitabile sia in giornata, partendo da Sofia, che rimanendo a dormire una notte. Trovate tutte le informazioni su Plovdiv nell’articolo “Plovdiv (Bulgaria): cosa vedere“.  La cosa più semplice e indolore è sicuramente quella di partecipare ad un’escursione organizzata. Il tour dura circa 8h e avrete una guida che vi spiega man mano tutto in italiano. Il costo è davvero contenuto (circa 35 euro) ed è un’ottima soluzione per visitare la città ed apprezzarne la storia e i monumenti più importanti.

Potrebbe interessarti anche:  Plovdiv (Bulgaria): cosa vedere
Teatro Romano di Plovdiv
Teatro Romano di Plovdiv

Dove mangiare a Sofia

La cucina bulgara è molto simile a quella greca, con qualche contaminazione turca. Si mangia tante carne (di agnello ma non solo), kebab, insalate, formaggi di capra e dolci al miele. A Sofia ci sono tantissimi ristoranti e bar molto belli e buoni: non avrete che l’imbarazzo della scelta! 

  • Checkpoint Charlie: ristorante molto carino che si trova dietro il Teatro Nazionale. Ha un cortile all’aperto molto bello e curato. Il menù è ampio e le porzioni davvero abbondanti.
  • MOMA: un ristorante di cucina bulgara moderna a due passi dalla via pedonale Vitosha. L’ambiente è arredato con gusto e i piatti sono molto buoni. Il menù è ampio così come la carta dei vini. Prenotate con almeno 2 giorni di anticipo perchè è molto gettonato.
  • Made in Home: classico ristorantino hipster arredato con gusto e in una delle vie più vive di Sofia. Anche qui porzioni decisamente abbondanti. Ottimo il gelato fatto in casa al dulce de leche!
  • The Apartment: una casa privata trasformata in una specie di circolino-caffè-coworking. Ci sono diverse stanze arredate tutte con uno stile diverso ;si può stare qui a lavorare con il computer bevendo un te o mangiando dei piatti freddi o delle torte (il servizio è self-service). Davvero carino!
  • Hambara: una specie di speakeasy a pochi passi dal The Apartment. Non c’è insegna, si entra in un vicoletto e si apre una porta senza insegna per ritrovarsi in un locale illuminato solo dalle candele. Suggestivo.
Made in Home - Sofia
Made in Home

Sofia

 

L’assicurazione sanitaria per viaggiare in Bulgaria

Essendo in Europa, come cittadini italiani abbiamo diritto all’assistenza sanitaria, ma ci sono delle condizioni precise e dei massimali. Il mio consiglio è quello di fare comunque una classica assicurazione medico-bagaglio che vi possa coprire durante il viaggio, anche per il Covid-19. Io mi trovo molto bene con Heymondo, un sito che confronta le polizze di diverse compagnie e propone la polizza più conveniente per quel determinato viaggio. Per farlo dovrete inserire i dati relativi al vostro viaggio e vi manderanno una mail con le proposta migliore che potrete poi acquistare direttamente on-line (essendo miei lettori avrete diritto anche uno sconto del 10%!!!).  Tutte le assicurazioni di viaggio di Heymondo coprono l’assistenza medica anche in caso di contagio da coronavirus, compreso il test se necessario. È prevista anche la copertura per il prolungamento del soggiorno in hotel dovuto alla quarantena. Allo stesso modo la garanzia di annullamento del viaggio include la copertura per malattia o decesso del viaggiatore o di un familiare a causa del COVID-19.

Sofia

12 commenti su “Sofia (Bulgaria): tutte le cose da vedere”

  1. Ciao Valentina, stamattina facendo un po di ricerche sull’est Europa ho scoperto il tuo blog. Devo dire che è utilissimo 🙂 pratico, curioso e coninvolgente. Vorrei chiederti un consiglio : per fare 3/4 giorni sono indeciso tra Plovdiv, Burgas, Oradea e Timisoara, cosa mi indicheresti ?
    Ti ringrazio anticipatamente.
    Gianfranco

    Rispondi
    • Ciao Gianfranco, grazie mille, mi va molto piacere 🙂
      Mah, secondo me in 4 giorni riesci a vedere bene sia Plovdiv che Burgas.
      Di Oradea e Timisoara non ti so dire nulla perchè non ci sono ancora stata 🙁
      a presto, Valentina

      Rispondi
  2. Ciao Valentina, complimenti per il tuo blog, mi piacerebbe sapere se per andare a plovdiv con il taxi devo contrattare il prezzo o bisogna attenersi al tassametro

    Rispondi
  3. Ciao,
    ottimi consigli!
    Andremo in tre e vorremmo noleggiare una macchina per andare a Plovdiv e al Monastero. La guida fuori città è abbastanza tranquilla?
    A Plovdiv si riuscirà a parcheggiare nei pressi del centro?

    Grazie,

    Chiara

    Rispondi
  4. Ciao Valentina,
    Innanzitutto complimenti per questo tuo fantastico blog.
    Ti volevo chiedere un consiglio; andrò in Bulgaria 4 giorni a Luglio e volevo visitare Sofia, Monastero di Santa Rita e Plovdiv…come consigli di suddividere i giorni?
    Da quanto leggo, conviene quasi di più fare 1 giorno a Sofia e fermarsi una notte a Plovdiv.
    Grazie mille

    Rispondi
  5. Ciao, scusa ci sei? Siamo ora a Sofia, volevamo fare un tour a Plovdiv, ma abbiano trovato solo con guida in Inglese e soltanto la augioguida in Italiano. Invece Noi vorremmo la guida che parla in Italiano? Puoi aiutarci?

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.