Lisbona insolita: 15 luoghi da vedere per sentirsi local

Lisbona è una delle città più dinamiche d’Europa, cambia e si trasforma continuamente. Ci sono stata la prima volta quasi 20 anni fa per poi tornarci tante volte negli ultimi anni e ogni volta rimango stupita. Si riescono sempre a trovare luoghi insoliti, sia vecchi che nuovi, ed è impossibile annoiarsi. 

L’amministrazione della città sta investendo tantissimo per promuovere (a suon di leggi) gli investimenti stranieri sul territorio, e sta de-tassando gli investitori interni e i risultati si vedono eccome! Il boom di visite straniere a Lisbona e nell’intero Portogallo ha raggiunto negli ultimi anni dei livelli mai visti prima. Ex quartieri malfamati che diventano di moda, nuovi musei, nuovi spazi espositivi e grandi infrastrutture, senza però mai perdere la sua identità. Se ci andate per la prima volta e per pochi giorni ovviamente dovrete dedicarvi alla visita dei posti più “classici” (trovate tutto nel mio articolo su “Cosa vedere a Lisbona in 3 giorni”), ma se avete più tempo potrete scoprire questi luoghi più insoliti e alternativi che vi faranno sentire un lisbonese doc. 

Marvila Art District - Lisbona
Marvila Art District

Ricordatevi che potete comprare la Lisboa Card che include il biglietto per tantissime attrazioni/musei tra i più importanti e famosi della città (e salterete anche le code!) oltre ad avere il trasporto pubblico illimitato.

Lisbona insolita: 15 luoghi da vedere per sentirsi local

1) Intendente

Voglio iniziare questo articolo su Lisbona insolita da Intendente, un quartiere leggermente defilato dal centro che sta diventando sempre più hype. Di recentissima riqualificazione (risale al 2014/2015), Intendente è ancora un bel mix di palazzi diroccati e decadenti e palazzi stupendi tirati a lucido. Centro del quartiere è Largo do Intendente, una bella piazza su cui si aprono bar e negozi. Oltre a perdersi nelle vie intorno e mangiare il miglior street food indo-pakistano della città, le cose assolutamente da non perdere qui sono: “A vida portuguesa” (un negozio d’ispirazione vintage ricco di oggetti per la casa) e Casa Independente, un bellissimo progetto artistico e associazione culturale. All’interno ci sono spazi di cowoking (solo per artisti), stanze per il tempo libero ed una caffetteria con terrazzo interno.Spesso organizzano eventi/feste con musica dal vivo e dj-set.

Casa Indipendente - Lisbona
Casa Indipendente

2) Plaça Prìncipe Real

A differenza di Intendente, che è stata solo parzialmente gentrificata, la zona intorno a Plaça Prìncipe Real ha subito invece la trasformazione completa. Questa rilassante piazza quadrata con un bel giardino al centro si trova alle spalle del Barrio Alto, sopra al miradouro di Alcantara. Negli ultimi 5-10 anni Prìncipe Real (così viene chiamata la zona) è diventata una zona abbastanza chic e di tendenza e intorno alla piazza sono sorti locali, ristoranti, botteghe di antiquariato e negozi di design. Al civico 26 della piazza, ad es, c’è il bel palazzo moresco Ribeiro da Cunha che racchiude concept stores, bar (Gin Lover, per gli amanti del gin) ed un ristorante. Se siete in zona la domenica mattina fate un salto al Mercado Organico al centro del giardino, ottimo per improvvisare un picnic sul prato. Per la sera invece, oltre ai ristoranti/locali che si trovano sulla piazza, vi consiglio di scendere in Praça das Flores. Nei paraggi c’è anche il Giardino Botanico di Lisbona, un bel posto dove rilassasi tra fiori e piante.

Principe Real - Lisbona

3) Feira da Ladra

Rimanendo sempre in una zona centrale di Lisbona,tra i luoghi insoliti di Lisbona vi segnalo il mercatino dell’usato di Santa Clara chiamato Feira da Ladra che si svolge il martedì e il sabato. La piazza del mercato si apre tra le vie secondarie dell’Alfama (il barrio sotto il castello di San Jorge) e si ha l’impressione di stare in una medina araba. Insieme al barrio Graca e Castelo, l’Alfama infatti è uno dei quartieri più antichi e autentici di Lisbona. Intorno a Campo de Santa Clara trovate piccole piazzette, vicoli con i panni stesi e le note del fado nell’aria ovunque. Il barrio raggiunge l’apice della vivacità proprio il sabato con il famoso mercatino di chincaglieria di Feira da Ladra. Si trova di tutto e, se avete pazienza, riuscite a scovare dei piccoli tesori.

Feira da Ladra-Lisbona

4) LX Factory

Ci spostiamo adesso fuori dal centro, nella zona di Alcantara, all’altezza del grande Ponte 25 de Avril. Il complesso LX Factory si trova in un ex complesso industriale un tempo dedicato alla stampa dei giornali e quotidiani Portoghesi. Riconvertito dal 2008 in poi, oggi ospita atelier, ristoranti, librerie, spazi di coworking, teatri, laboratori e molto altro. È un complesso molto attivo; il viale centrale e tutta l’aria Open Air ad esempio vengono utilizzati per il mercatino Vintage della domenica, per concerti e per vari eventi soprattutto nei mesi estivi. Non perdetevi inoltre la bellissima Livraria Ler Devagar ed i murales sparsi per tutta l’area. LX Factory è un’ottima scelta anche per la sera: qui troverete ristoranti di tendenza e bei locali. La vista del ponte 25 de Avril poi da qui è incredibile, vi sembrerà di stare a Brooklyn!

LX Factory - Lisbona

5) Museo Coleçcao Berardo

Il più grande magnate d’arte portoghese, Josè Berardo, ha finanziato questo bellissimo museo a Belem, proprio di fronte al Monasteiro de los Jeronimos. Il contrasto con quest’ultimo è veramente impressionante; si passa dal tripudio di ghirigori dell’arte manuelina ad un’architettura geometrica e minimal. Questa collezione ha ben poco da invidiare alle altre gallerie d’arte contemporanea di Londra, New York o Shanghai, eppure è semi-sconosciuta. Qui c’è il meglio dell’arte moderna e contemporanea, tele importanti di Mirò, Pollock, Picasso, Warhol, allestite in maniera magnifica. All’interno c’è anche un bel ristorante con terrazza vista mare, la Cafeteria Quadrante. Una chicca: l’ingresso è pure gratuito!

Museo Coleçcao Berardo - Lisbona

6) Cacilhas

Una cosa insolita che potete fare a Lisbona è una bella gita a Cacilhas. Dal molo di Cais do Sodré, ogni 20 minuti parte un traghetto che va sull’altra sponda del Tejo, nel paese di Cacilhas. Appena attraccati, la prima cosa che si vede è l’enorme veliero che fu della marina portoghese nell’800. Accanto, se guardate bene c’è anche un sommergibile. Da lì vi conviene prendere il tram che sale verso il Cristo Rei (bisogna scendere alla fermata “Almada” e poi proseguire a piedi), il monumento visibile da ogni parte della città. La vista dal Cristo è molto bella, sopratutto sul ponte 25 de Abril. Scendete poi a piedi di nuovo verso il lungo fiume attraversando il paesino di Cacilhas e fermatevi a mangiare in uno dei due ristoranti che hanno i tavolini quasi sull’acqua. Prenotate l’ultimo tavolo del pontile al Ristorante Ponto Final, se c’è una giornata di sole vi sentirete dei re. In alternativa, è molto carino e buono anche l’altro, l’Atira.te. Continuando a costeggiare il fiume in 10 minuti tornerete all’imbarcadero.

Ponto Final - Cacilhas

7) La zona di Marvila 

Un’altra zona di cui sono sicura che sentiremo parlare molto presto è quella di Marvila, che si attraversa per raggiungere l’Oceanario e la zona di EXPO 1998. La parte vicina al fiume Tago è principalmente industriale, con delle strutture che risalgono all’inizio del 1900. Alcune sono magnifiche, come quella dell’antica Sociedade Comercial Abel Pereira da Fonseca in stile Art Nouveau, dove a Settembre 2023 ha inaugurato 8 Marvila, un centro culturale di 22.000 mtq. Al momento hanno aperto il ristorante Mato, il club OUTRA Cena e la Galeria Zé dos Bois, ma il progetto crescerà molto nei prossimi anni. Proprio accanto c’è poi un altro bel palazzo completamente ristrutturato che ospita il Marvila Art, District, una residenza per artisti con galleria (aperta dal lunedì al sabato h14-h19) inaugurata a settembre 2021. Fabrica Braco de Prata è il primo centro culturale nato in questa zona, in un ex-fabbrica. È un centro molto attivo sviluppato su 2 piani che include un centro culturale con bar, una libreria, un ristorante e delle sale in cui ascoltare musica. Potete controllate il programma delle attività dal loro sito

Marvila Art District - Lisbona
Marvila Art District

8) Casa Museu Amalia Rodrigues

Giusto l’ultima volta che sono stata a Lisbona ho visitato per la prima volta la casa-museo della più grande cantante di fado del Portogallo: Amalia Rodrigues. La casa si trova nel quartiere di Estrela e la cantante vi abitò dagli anni ‘50 fino alla sua morte avvenuta nel 1999. Tutto è rimasto com’era, con gli arredi originali, i suoi abiti, i suoi gioielli, i premi, i quadri, eccetera, ed è possibile visitarla partecipando ad una visita guidata di circa 1 ora (trovate gli orari sul sito ufficiale). Durante la bella stagione (da aprile fino a novembre) organizzano anche dei concerti di fado nel carinissimo giardino della casa, dove si trova ancora il pappagallo di Amelia, Chico. Sarà che adoro le case-museo, ma devo ammettere che la casa mi è proprio piaciuta! Se volete ascoltare il fado mi hanno consigliato anche il locale Canto da Atalaia, nel Barrio Alto.  

Giardino della Casa Museo Amalia Rodriquez
Giardino della Casa Museo Amalia Rodriquez

9) Mercado de Campo de Ourique

I turisti di solito si recano nell’hipsterissimo Time-out Market vicino a Cais do Sodré e solo pochissimi si spingono fino al Mercado de Campo de Ourique. Parliamo di uno dei più antichi mercati coperti di Lisbona, situato all’interno di un quartiere, molto popolare, Campo de Ourique (nella zona nord della città) che sta subendo una grande riqualificazione. Il mercato è stato rinnovato e riaperto nel 2013 e, accanto alle bancarelle che vendono frutta fresca, pane, pesce o di carne , si affiancano piccole tasquinhas, osterie, charcutaria, marisqueira, gelaterie e piccoli negozi gourmet. Si può ordinare quello che si vuole e poi mangiarlo in uno dei tanti tavoli che si trovano nello spazio centrale del mercato. L’atmosfera è davvero molto local!

10) Estufa Fria

Da grande amante dei giardini botanici, vado a sempre a cercarmeli in ogni città che visito e Lisbona ne ha tantissimi, uno più bello dell’altro  L’Estufa Fria (che significa serra fredda) è l’ultimo che ho scoperto e si trova all’interno del Parque Eduardo VII, il parco principale di Lisbona,  alla fine della grande Avenida da Libertade. Si chiama così perchè, a differenza di altre serre, non viene utilizzato alcun tipo di riscaldamento. In realtà il giardino include diverse serre, quella fredda, quella calda e quella ‘dolce’ dove si trovano i cactus e le piante cosiddette succulente. Inutile dirvi che è un’assoluta oasi di pace. Io ci ho passeggiato per un’ora e avrò incontrato 10 persone in tutto. Se cercate un posto in cui rigenerarvi questo è il posto giusto (il biglietto d’ingresso poi costa solo 3 euro).

Lisbona insolita - estufa fria

11) Palacio National de Ajuda

Un’altra mia grande passione sono i palazzi reali quindi non potevo certo lasciarmi sfuggire il Palazzo Reale Portoghese, che inserisco tra le cose insolite da vedere a Lisbona (pochissimi lo conoscono). Il Palacio National de Ajuda fu costruito per volere della famiglia reale nel 1802 e si trova su una collina sopra Belém. Il palazzo però era ancora incompleto quando i reali furono costretti a fuggire in Brasile nel 1807. Come tutti i palazzi reali anche qui l’opulenza non manca. Bellissimi gli appartamenti reali, la sala del trono, l’immensa sala da pranzo e la sala da ballo. Quasi di fronte al palazzo c’è anche il Jardim Botanico d’Ajuda, uno dei più antichi di Lisbona. Progettato nel 1768, fu di proprietà della famiglia reale fino alla nascita della Repubblica nel 1910. È un bel giardino da cui si gode anche una magnifica vista su Belém, sul ponte 25 de Abril e sul Cristo Rei. 

Palacio National de Ajuda

12) Jardim Botânico Tropical

Mi dovete perdonare, ma non potevo non inserire anche questo giardino botanico se volete fare un’esperienza più insolita della città. Il Jardim Botânico Tropical si trova sempre a Belém, subito dietro il bellissimo Monastero dos Jeronimos, ma pochissimi si spingono ad entrarci. Il giardino nacque principalmente con una funzione didattica ed educativa nel 1912, ma negli anni è stato poi abbandonato a se stesso. Entrandovi sembra di entrare in un giardino segreto, al cui interno si trovano pavoni e altri uccelli liberi. Ci sono diverse serre d’epoca ed alcuni edifici abbastanza fatiscenti, che però hanno un non so che di romantico (perlomeno ai miei occhi). Io l’ho trovato magnifico! Nel 2007 il giardino è stato dichiarato Monumento Nazionale ed è in programma un processo di ristrutturazione. 

Jardim Botânico Tropical - Lisbona

13) Palacio Fronteira

Il Palazzo dei marchesi di Fronteira è una storica residenza che si trova a Benfica, nei sobborghi di Lisbona, ed è stata realizzata a partire dal 1640. Il palazzo è ancora abitato dai discendenti di Don Joaode Mascarenhas ma alcune sale sono adibite a museo e, insieme ai giardini, possono essere visitate partecipando ad una visita guidata (in diverse lingue) in giorni/orari stabiliti (che trovate qui). Il palazzo e i giardini all’italiana sono decorati con magnifici azulejos che raffigurano scene di battaglia o scimmie suonatrici. Tra le sale, spicca la Sala delle battaglie, decorata con scene della guerra d’indipendenza. La parte più antica della tenuta è rappresentata da una cappella risalente al XVI secolo. Sia il palazzo che i giardini sono una vera chicca e la visita guidata è fatta benissimo (il costo del biglietto è di 13 euro). 

Palacio Fronteira - Lisbona
Palacio Fronteira

14) Pavilhao Chinés

Non so come mi sia potuto sfuggire questo posto per così tanti anni, se ci penso mi sembra impossibile. Il Pavilhao Chinés è un locale incredibile che si trova vicino alla piazza principale di Principe Real. Nell’800 era una bottega di thè e caffè, oggi è un bar organizzato in diverse sale piene zeppe di mobili e vetrinette che espongono circa 4000 pezzi provenienti da tutto il mondo (una è dedicata ai modellini dei tram). È un bar super accogliente dall’aria, ovviamente, vintage in cui venire a bere. Alcune sere fanno anche spettacoli di fado. Buttate l’occhio anche nell’antica panetteria Doce Real, che si trova a pochi passi da lì. 

Pavilhao Chinese - Lisbona

15) Crociera sul Tago

Chiudo questo articolo sui luoghi e sulle esperienze inusuali che si possono fare a Lisbona con una vista speciale della città. Normalmente siamo abituati a vedere i palazzi e le attrazioni di una città camminando tra i suoi vicoli e le sue vie, ma alcune città si prestano a poter essere scoperte anche dall’acqua. Lisbona è una di queste, essendo bagnata dal grande fiume Tago, che poi si getta nell’Atlantico. Partecipando ad una crociera sul fiume potete avere un’esperienza diversa di Lisbona, complementare agli itinerari classici. In particolare vi consiglio di farlo al tramonto, partecipando ad una crociera di 2 ore sul Tago in cui potrete vedere il Ponte 25 de Abril e i principali quartieri di Lisbona dal suo fiume. I tramonti a Lisbona hanno dei colori eccezionali e sono sicura che non ve ne pentirete. 

Crociera sul Tago - Lisbona
Crociera sul Tago

Vi potrebbero interessare anche questi altri articoli su Lisbona e sul Portogallo

18 commenti su “Lisbona insolita: 15 luoghi da vedere per sentirsi local”

  1. Quanti bei posti da vedere! Lisbona è una delle poche capitali europee che non ho mai visitato e non vedo l’ora di andarci a giugno con te e le altre blogger 😉 #sivalisbona

    Rispondi
  2. Ciao! Visterò Lisbona in agosto e siamo in 16 : 8 adulti e 8 ragazzini. L’anno scorso siamo stati ad Amsterdam e ci spostavamo solo in bicicletta. Secondo te è possibile fare altrettanto a Lisbona? Non solo, potresti consigliarmi una o due spiagge dove andare magari nel pomeriggio? Grazie mille e complimenti per i tuoi preziosissimi articoli! Fede

    Rispondi
    • Ciao Federica, scusa per il ritardo! Per quando riguarda la bicicletta,mmm per girare Lisbona la vedo ostica (la città si sviluppa su 7 colli). Potete sicuramente usarla per seguire la costa fino a Belen (c’è una pista ciclabile magnifica!). Riguardo alle spiagge purtroppo non so esserti d’aiuto, mi spiace 🙁
      A presto, Valentina

      Rispondi
  3. buongiorno Valentina
    ma che bella sorpresa scoprire il tuo blog!
    Con mio figlio 13enne passeremo la settimana di Pasqua a Lisbona. Ho prenotato nel Bairro alto e pensavo di girarla in lungo e in largo. A piedi, in tram, con gli escaladores, in barca…. insomma mi sembra ci sia proprio di tutto. Grazie per la proposta di Cacilhas che faremo di sicuro. Ormai sono giorni che navigo in rete e mi interesso ai siti da visitare. Di sicuro andremo anche a Sintra. Mi piacerebbe visitare anche un particolare parco o giardino di cui ho visto delle foto stupende ma NON trovo dove sia. Sapresti aiutarmi?
    Grazie e buona giornata Barbara

    Rispondi
    • Ciao Barbara!
      Ti riferisci alle foto dei miei articoli? Le foto dei giardini sono di Placa Principe Real. Ti consiglio anche il Giardino Botanico di Belem se riesci, un posto magico.
      Buona Lisbona!!

      Rispondi
  4. grazie, notizie molto importanti per me che ti somiglio in quello che cerchi in un viaggio, amo conoscere, vedere e capire il mondo e come te adoro i gatti! ti racconterò poi la nostra esperienza! ancora grazie Alma

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.