Viaggio nel  Maranhão (Brasile): il Parco Nazionale dei Lençóis

Un viaggio nel nord del Brasile non può prescindere dalla regione del Maranhão, che fa parte di un’area più grande che prende il nome di Nordeste, ed è tra le più spettacolari del paese. Nella parte interna il Maranhão “confina” con l’Amazzonia e il paesaggio è caratterizzato da un’umida foresta pluviale. La parte costiera, invece, è molto diversa, con paludi di mangrovie, estuari di grandi fiumi e dune di sabbia finissima. Ed è proprio sulla costa che si trovano le  incredibili dune del Parco Nazionale dei Lençóis Maranhenses, l’attrazione principale del Brasile del Nord. Oltre ai Lençóis, un viaggio nel Maranhão dovrebbe includere sempre anche la città coloniale di Sao Luis, Alcântara e il villaggio di Atins (una delle 2 porte di accesso ai Lençóis). Nell’articolo vi parlerò di queste località del Maranhão, ma non mancheranno, come sempre, anche tutte le informazioni pratiche per organizzare il viaggio. 

bambino in strada ad Alcantara, Maranhão
bambino in strada ad Alcantara

Pillole di storia 

Fino al 1823 il Maranhão era uno stato autonomo e indipendente. Solo in quell’anno, infatti, entrò a far parte dell’impero del Brasile. La sua capitale Sao Luis venne fondata dai francesi nel 1612 (caso abbastanza particolare per il Brasile), ma cadde poi sotto la mano partoghese pochi anni dopo. Dal 1889 il Maranhão ha anche una sua bandiera, molto bella devo ammettere, disegnata dal poeta Joaquim de Souza Andrade. Nella bandiera ci sono delle strisce rosse, bianche e nere che rappresentano i vari gruppi etnici che compongono la popolazione locale (i discendenti degli schiavi africani, le popolazioni indigene e i bianchi). C’è poi una stella nell’angolo di sinistra che rappresenta lo Stato stesso e si ritiene si tratti di Beta Scorpii, visto che la costellazione dello Scorpione è rappresentata sulla bandiera brasiliana. Culturalmente e paesaggisticamente il Maranhão è sicuramente più amazzonico che nordestino. 

Quando andare nel Maranhão e nei Lençóis Maranhenses

Il periodo migliore per andare nel Maranhão e, soprattutto, nel Parco Nacional dos Lençóis Maranhenses coincide con i mesi di maggio, giugno, luglio ed agosto, quando il livello delle acque nelle lagune è al massimo e c’è la stagione secca. I mesi estivi, infatti, sono preceduti dalla stagione delle piogge che riempie le lagune di acqua dolce. Ma perchè, direte voi, l’acqua non sparisce nella sabbia? Perchè il terreno sottostante è caratterizzato da uno strato di roccia impermeabile che impedisce il drenaggio dell’acqua piovana. 

Per quanto riguarda il resto della regione, in realtà si può andare sempre. Anche durante la stagione delle piogge, queste ultime si concentrano in poche ore e non compromettono gran chè la riuscita del viaggio. Se siete interessati al surf, la stagione migliore va da marzo a maggio, mentre per il kitesurf da agosto fino a dicembre-gennaio. 

Potrebbe interessarti: Guida alle cascate di Iguazu (Brasile)

io sulle dune del Parco Nazionale dei Lençóis Maranhenses, Brasile
io sulle dune del Parco Nazionale dei Lençóis Maranhenses

Come raggiungere il Maranhão 

Per raggiungere il Maranhão dovrete volare su Fortaleza o su Sao Luis. L’aeroporto di Fortaleza (che si trova nella vicina regione del Cereà) è servito da voli diretti provenienti da diverse città europee, mentre quello di Sao Luis è raggiungibile solo tramite voli interni da Rio o da Sao Paolo. Fortaleza però non è così vicina al Maranhão, ma ha senso volare qui se intendete visitare anche la zona di Jericoacoara e quella di Parnaiba prima di arrivare nel Maranhão (cosa che vi consiglio di fare). Volendo esistono voli interni anche per Jericoacoara, ma l’aeroporto si trova a circa 1h dalla cittadina di mare. Per comprare i voli interni, soprattutto quelli delle compagnie low cost tipo Gol, è necessario avere un codice fiscale brasiliano. Anche con Latam al momento non è così facile. Se non riuscite ad acquistarli da soli online, l’unica cosa da fare è affidarsi ad un’agenzia (italiana o brasiliana).

Come spostarsi e come organizzare il viaggio 

I collegamenti tra le varie città e località potete poi farli in autobus; trovate molte informazioni sugli orari e sulle tratte sul sito di Rome to Rio. Se volete percorrere la famosa “Rota das Emoções” (Rotta delle emozioni), l’iconico viaggio che da Jericoacoara arriva fino a Sao Luis (quasi tutto in off road lungo la costa), dovrete invece affidarvi ad un’agenzia locale e contrattare le varie tappe, comprando transfer privati o condivisi. Idem per esplorare il Parco Nacional dos Lençóis Maranhenses e Alcantara (vedi paragrafi specifici). Una nota dolente di questo viaggio è sicuramente la comunicazione con i tour operator locali: praticamente nessuno parla/scrive in inglese e i tempi di reazione sono decisamente biblici, è veramente stancante e logorante! Nel caso vi consiglio di acquistare i servizi online prima di partire per non impazzire: nell’articolo trovate i link ad alcuni di questi che vi consiglio. 

Se non avete tempo, voglia e pazienza da dedicare alla preparazione e allo studio del viaggio, o se non conoscete il portoghese, vi consiglio di valutare un viaggio di gruppo organizzato, in particolare con BHS Travel. È un tour operator con cui collaboro che offre itinerari più particolari rispetto ai “soliti” che si trovano in giro. Io stessa ho coordinato questo in Brasile del Nord ed è veramente ben fatto. 

Potrebbe interessarti: Jericoacoara (Brasile): cosa fare e cosa vedere

alba sulle dune io sulle dune nei Lençóis, Brasile
alba sulle dune io sulle dune nei Lençóis

Fuso Orario del Maranhão

Il Maranhão si trova 5 ore indietro all’Italia quando vige l’ora legale, 4 durante il resto dell’anno. 

Connettività e internet

Se dovete/pensate di usare il cellulare durante il vostro soggiorno in Brasile, a meno che non abbiate un contratto che include telefonate/dati fuori dall’Europa, dovrete necessariamente avere una sim brasiliana, altrimenti rischiate di spendere un patrimonio! Comprare una sim brasiliana però è complicatissimo perchè richiedono una specie di codice fiscale che i turisti non hanno. La soluzione più comoda, se il vostro cellulare la supporta, è quella di comprare una e-sim, ovvero una sim virtuale su Airalo. In questo modo potrete attivarla già dall’Italia e non dovrete rinunciare alla vostra sim italiana perchè le avrete entrambe. Come potete vedere dal sito, esistono diversi pacchetti da 1,2,3 o 5G (se li finite potete poi ricaricarli). Come miei lettori avrete inoltre diritto ad uno sconto del 10% su tutte le eSIM inserendo il codice sconto BEBORGHI. L’installazione è facilissima! 

Assicurazione medico-bagaglio per il Brasile

Il primo aspetto da considerare quando si viaggia in un paese extra-EU è l’assicurazione medico-bagaglio. In Brasile la nostra copertura sanitaria non vale e il mio consiglio è quello di fare sempre una classica assicurazione medico-bagaglio che vi possa coprire durante il viaggio, anche per il Covid-19. Io mi trovo molto bene con Heymondo, un sito che confronta le polizze di diverse compagnie e propone la polizza più conveniente per quel determinato viaggio. Per farlo dovrete inserire i dati relativi al vostro viaggio e vi manderanno una mail con le proposta migliore che potrete poi acquistare direttamente on-line (essendo miei lettori avrete diritto anche uno sconto del 10%!!!).

laguna nei Lençóis, Brasile
laguna nei Lençóis

Cosa vedere nel Maranhão (Brasile): 

Atins

Partendo da ovest verso est, il primo luogo da visitare nel Maranhão è il piccolo villaggio di Atins. Si trova sulla foce del Rio Preguicas ed è una vera chicca, almeno finora, perchè non facilmente accessibile. Per raggiungerlo, infatti, bisogna prendere una lancia da Barreirinhas e partono solo 2 volte al giorno (intorno alle 7 di mattina e verso le 14, ma chiedete conferma in loco prima). Le lance si prendono da questo molo, impiegano circa 1h per raggiungere Atins e la navigazione è molto bella. Il porto di Atins in realtà è semplicemente un pezzo di spiaggia (questo)! Tutto il villaggio è percorso da strade sabbiose (molto sabbiose, si fa fatica a camminare) quindi vi consiglio di contattare prima la struttura in cui dormirete per farvi venire a prendere all’arrivo con un 4×4 (è un servizio che fanno tutti, gratuitamente). A detta di molti Atins è molto simile a come era Jericoacoara 15 o 20 anni fa, e speriamo che non subisca lo stesso tipo di sviluppo (che però è già in parte visibile ahimè). Al momento è una destinazione abbastanza di nicchia, frequentata principalmente da stranieri che vengono qui a praticare il kitesurf e da brasiliani tra l’hippy e il radical chic. Il mood è davvero bello, con pochi bar e ristoranti sulla lunga spiaggia e nell’interno dove si ascolta musica e si balla guardando tramonti da favola. Atins rappresenta inoltre un’ottima base per esplorare il Parco Nazionale dei Lençóis.  

kitesurf al tramonto sulla spiaggia di Atins, Brasile
kitesurf al tramonto sulla spiaggia di Atins
locale sulla spiaggia di Atins, Brasile
locale sulla spiaggia di Atins

Parco Nazionale dei Lençóis Maranhenses

Il Parco Nacional dos Lençóis Maranhenses rappresenta uno dei più straordinari fenomeni naturali del Brasile e del mondo intero. Il suo nome, lençóis (lenzuoli), deriva dalle immense distese di dune simili a dei lenzuoli appunto. Il Parco si estende per una superficie di 1550 kmq, con circa 70 km di costa e 50 nell’interno. Durante la stagione delle piogge (che va da febbraio e maggio circa) l’acqua piovana filtra attraverso la sabbia creando le dune e, soprattutto, delle lagune d’acqua dolce di color turchese. Alcune di queste sono sufficientemente profonde ed è possibile farci il bagno. Credo che sia uno dei luoghi più straordinari che abbia mai visto in vita mia (e qualcosina ho visto…modestamente).  

Come visitare i Lençóis Maranhenses

Trekking (a piedi)

Il modo migliore per visitare ed apprezzare appieno il Parco è quello di avventurarsi tra le dune a piedi (con una guida naturalmente!). In base al tempo e al percorso, ci sono trekking che vanno da 2 fino a 4 giorni mediamente, e partono da Atins, da Barreirinhas o da Sao Luis. Per la notte si dorme nelle amache in uno dei piccolissimi villaggi e/o oasi che si incontrano lungo il cammino. Considerate però che camminare sulla sabbia, con i piedi che affondano, è abbastanza faticoso e durante questi trekking si camminano circa tra i 7 e i 10 km al giorno. Si inizia a camminare quando ancora è buio (è impossibile farlo dopo le 11, con la sabbia incandescente) e vedere l’alba su queste dune è uno dei ricordi più potenti che avrò di questo viaggio. Non c’è niente e nessuno intorno (non si può circolare con veicoli a motore) e il paesaggio è davvero onirico, surreale. 

Potrebbe interessarti: Trekking di 4 giorni nei Lençóis partendo da Sao Luis

trekking nel Parco Nazionale dei Lençóis Maranhenses, Brasile
trekking nel Parco Nazionale dei Lençóis Maranhenses
Escursione organizzata di mezza/una giornata 

Se avete meno tempo o se non ve la sentite di camminare così tanto vi consiglio di esplorare i Lençóis partecipando ad un’escursione di mezza o 1 giornata (vedi sotto), privata o meno, partendo da Atins o da Barreirinhas. La maggior parte di queste escursioni include anche il pranzo e il bagno in una o più lagune. Come potete vedere qui sotto esistono anche dei tour all’alba e al tramonto. 

laguna nel Parco Nazionale dei Lençóis Maranhenses, Brasile
laguna nel Parco Nazionale dei Lençóis Maranhenses
duna nel Parco Nazionale dei Lençóis Maranhenses, Brasile
duna nel Parco Nazionale dei Lençóis Maranhenses
Volo panoramico

Il modo più spettacolare per comprendere l’estensione delle dune e del parco però, è quello di sorvolarlo salendo a bordo di uno dei piccoli Cesna che parte da Barreirinhas (dopo l’elicottero alle Hawaii e in Polinesia, volare è diventata una malattia!). Il volo panoramico dura circa 30’ ed è possibile scegliere due circuiti diversi: uno che arriva al mare e l’altro in cui si sorvola l’oasi di Baixa Grande. Tra i due vi consiglio quest’ultimo. Nel caso foste interessati a farlo dovrete prenotarlo con qualche giorno di anticipo alla compagnia Ava Sobrevoos scrivendo su whatsup al numero +5598982871854 (in portoghese). Il costo del volo dipende dal numero di persone, ma considerate circa 130-140 euro a persona. 

volo panoramico sui Lençóis Maranhenses, Brasile
volo panoramico sui Lençóis Maranhenses

Sao Luis

Sao Luis è la capitale del Maranhão ed ha un’impronta culturale spiccatamente afrobrasiliana. Nell’1700 e 1800 infatti, attraccavano qui le navi cariche di schiavi provenienti dall’Africa e l’economia era estremamente prospera grazie all’esportazione di cotone e di zucchero. Sao Luis cadde però in recessione alla fine dell’800 e solo recentemente si sta un pò riprendendo. Il suo centro storico coloniale è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, ma il processo di riqualificazione è, di fatto, appena cominciato. Dopo decenni di totale abbandono, alla fine degli anni ‘80 grazie al Projecto Revivir (progetto rinascita) sono stati avviati gli interventi di restauro, ma la zona è ancora abitata da residenti molto poveri. Le strade principali del centro storico, quelle dove si affacciano gli edifici coloniali più interessanti, sono Avenida Dom Pedro II (su cui si affaccia anche il Palacio dos Leoes, il palazzo dei governatore) e Rua Portugal con una bella serie di facciate coperte da azulejos. La classe media e le strutture alberghiere turistiche si trovano fuori dal centro storico, nella zona costiera di Ponta de Areia e Olho d’Agua. 

centro storico di Sao Luis, Brasile
centro storico di Sao Luis

Alcântara 

Chiudo questo articolo sul Maranhão con una piccola chicca, ovvero il villaggio di Alcântara, che si trova sul lato opposto della baia di Sao Luis. Tra il ‘600 ed il ‘700 Alcântara era tra le città più fiorenti del Brasile del nord e salpavano proprio da qui le navi che, senza soste intermedie, raggiungevano il Portogallo e il resto d’Europa. Oggi è un piccolo villaggio coloniale, abbastanza ristrutturato, con stradine di ciottoli ed edifici dai colori pastello. È davvero un gioiellino e sta aumentando sempre di più il numero delle strutture alberghiere e dei ristoranti. Alcântara si può visitare comodamente anche in giornata partendo da Sao Luis, ma comprare i biglietti del traghetto in maniera autonoma è un’impresa ardua. I traghetti sono pochi e gli orari variano quotidianamente in base alla marea, ma se acquistate un tour non avrete problemi. Io ho fatto così e ho trascorso ad Alcântara una bellissima giornata, partendo alle 7:30 e tornando alle 18. Nei tour poi è inclusa anche la guida (oltre che il transfer dall’hotel) ed è sicuramente un bel valore aggiunto. 

Potrebbe interessarti: Escursione ad Alcântara

piazza nel villaggio di Alcantara, Brasile
piazza nel villaggio di Alcantara
strada a ciottoli di Alcantara, Brasile
strada a ciottoli di Alcantara

Dove dormire nel Maranhão

Qui di seguito trovate le strutture dove ho alloggiato e che vi consiglio. 

  • Estrela dos Lençóis (Atins) : struttura semplice ma molto carina, con un gestore super disponibile e accogliente. 
  • Blue Tree Towers (Sao Luis): struttura di fascia alta lungo la spiaggia di Sao Luis
  • Pousada Litoranea (Sao Luis): struttura semplice ma graziosa, che si affaccia sulla spiaggia di Sao Luis.
hotel a Sao Luis
hotel a Sao Luis
amache nel camp di Baixa Grande, nei Lençóis Maranhenses
amache nel camp di Baixa Grande, nei Lençóis Maranhenses

6 commenti su “Viaggio nel  Maranhão (Brasile): il Parco Nazionale dei Lençóis”

  1. Buongiorno Valentina volevo chiederti se ha suggerimenti per l’acquisto dei voli interni con le varie compagnie Gol Azul e Latam, dal momento che risulta difficile acquistarli dall’Italia… grazie per i consigli ben accetti.

    Rispondi
    • Buongiorno Giuseppina, in che senso è difficile comprarli? Io non ho avuto problemi a comprarli online dal sito delle compagnie aeree come Latam o Gol
      Dovresti riuscire tranquillamente. Un saluto,Valentina

      Rispondi
      • Valentina
        Ti posso garantire che ci abbiamo provato per 20 giorni in tutti i modi e nulla! Non faceva finalizzare l’acquisto chiedendo il cpf…alla fine abbiamo trovato il modo attraverso un’agenzia locale…una disperazione per giorni! Grazie per avermi risposto!

        Rispondi
        • Hai ragione, è cambiato da poco. Ho chiesto ad un amico che vive in Brasile per diversi mesi all’anno e me l’ha confermato 🙁
          Con Latam si dovrebbe riuscire, ma, anche lì, alcune volte non accettano le carte di credito non brasiliane. Speriamo che si rendano conto che è una stupidaggine e tolgano questo blocco del CF.
          Per fortuna comunque hai risolto! Un saluto, Valentina

          Rispondi
  2. Buongiorno Valentina,
    Sto cercando anche io un tour per passare 3 giorni di trekking all’interno dei lencois maranhenses. Tu come hai organizzato questo tour?
    Grazie mille
    Ilaria

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.