Cosa vedere a Firenze in 2 giorni

Firenze è una città a cui sono particolarmente legata, e che conosco molto bene. A occhio e croce ci sarò stata qualche centinaio di volte, ma ogni volta che ci torno continua ad emozionarmi e a regalarmi scorci nuovi, non mi stanca mai! Pensandoci bene è come un quadro vivente che si svela ad ogni angolo, una città che trasuda storia e arte in ogni sua piazza e vialetto acciottolato. Sì perchè, durante il Rinascimento, Firenze è stata il fulcro dell’arte, della letteratura e della cultura europea, con figure illustri come Leonardo da Vinci, Michelangelo e Dante Alighieri che hanno lasciato un’impronta indelebile nella città. Ma Firenze non è solo storia; è anche vita, con le sue botteghe,  i suoi locali, i mercati pieni di colori e sapori, e una scena culturale che non smette mai di annoiare. Quando si ha fame poi, si casca sempre in piedi, soprattutto se non siete vegetariani o vegani aggiungerei. La fiorentina è un must, naturalmente accompagnata da un buon bicchiere di Chianti. Ma cambiamo discorso che è meglio..Eccovi, quindi, la mia guida con tutte le cose da vedere  a Firenze in 2 giorni o in un weekend lungo. PS Sono sicura che non riuscirete a tornare a casa senza aver fatto almeno una foto ricordo presso una delle Fotoautomatica vintage che troverete in giro!!

vista di Firenze al tramonto
vista di Firenze al tramonto

Dove Dormire a Firenze

Se disponete solo di pochi giorni per esplorare Firenze, vi consiglio di scegliere un alloggio nel cuore del centro storico. In questo modo, sarete a pochi passi dai principali tesori culturali come il Duomo di Santa Maria del Fiore, la Galleria degli Uffizi e il Ponte Vecchio. Le zone migliori dove dormire secondo me sono San Frediano, Santa Maria Novella/Stazione o Santa Croce. In particolare vi consiglio:

  • Coderooms:  Stile originale, fresco, giovanile, questa struttura ha una posizione strategica, infatti, dista 450 metri da Piazza della Signoria. Ottimo rapporto qualità-prezzo.
  • La Scaletta al Ponte Vecchio: Posizionato lungo le rive dell’Arno, questa struttura si trova in un edificio risalente al XV secolo. Ciò che lo rende davvero unico è la sua terrazza all’ultimo piano, aperta tutto l’anno, dalla quale potrete godere di incredibili viste panoramiche sulla città.
  • The Social Hub: Questo alloggio (è l’ex Student Hotel), che si trova in un palazzo del XIX secolo, si adatta perfettamente a ogni tipo di viaggio, sia per una breve fuga che per un soggiorno più prolungato. da qui hai l’intera città a portata di mano e puoi approfittare del noleggio bici della struttura per esplorare la città. Ma la ciliegina sulla torta è la piscina panoramica sul tetto, da cui potrai ammirare le cupole e i tetti rinascimentali di Firenze.
  • Aramis Rooms:  Situato a soli 5 minuti a piedi dalla stazione ferroviaria, rendendo facile così l’arrivo e la partenza, questo B&B è in un quartiere vivace che offre una vasta scelta di negozi dell’enogastronomia, come la presenza di negozi di artigiani.

Se cercate invece un agriturismo con piscina, ecco il mio articolo con 10 bellissimi agriturismi con piscina in Toscana

Stanza dell'hotel Coderooms a Firenze
Hotel Coderooms

Dove parcheggiare a Firenze

Trovare parcheggio a Firenze può essere una vera sfida, considerando la limitata disponibilità di spazio in una città con un centro storico affollato e sottoposto a restrizioni di traffico (ZTL). Se ci arrivate in auto, per evitare stress e, soprattutto, multe, vi consiglio di cercare parcheggi nelle zone limitrofe, meno centrali. Ecco alcune opzioni da considerare:

  • Parcheggi a pagamento. Ci sono parcheggi a pagamento situati appena fuori il centro storico, come il parcheggio di Santa Maria Novella vicino alla stazione ferroviaria, quello di Porta al Prata o di San Lorenzo. Tutti parcheggi comodi se volete visitare il centro a piedi. Questo sito vi permette di controllare la disponibilità dei posti liberi e, scorrendo sotto, troverete il listino prezzi, oltre a tutte le informazioni utili.
  • Trasporti pubblici. Firenze dispone di un efficiente sistema di trasporto pubblico, compresi autobus e tram. Un’opzione valida è quindi quella di lasciare la vostra auto in una zona periferica e utilizzare i mezzi pubblici per raggiungere il centro. Per sapere che linee prendere potete tranquillamente usare Google Maps che è ben integrato. 
  • Car sharing e noleggio bici. Firenze, inoltre, offre servizi di car sharing e noleggio bici che possono risultare utili per gli spostamenti in città senza l’uso dell’auto.
Galleria degli Uffizi, Firenze
Galleria degli Uffizi

Cosa vedere a Firenze in 2 giorni: 10 luoghi da non perdere

1.Battistero di San Giovanni 

Camminando per strada, i vostri occhi verranno catturati immediatamente dalla sua struttura geometrica (è a pianta ottagonale), e l’intero edificio è rivestito di marmo bianco e verde di Prato. Il Battistero di San Giovanni, di fronte alla Cattedrale di Santa Maria del Fiore, è sicuramente la prima cosa da vedere quando si arriva a Firenze per la prima volta. Questo antico luogo di culto, adornato da un eccezionale mosaico e tre porte in bronzo dorato, ha una storia avvincente.Nel Medioevo, infatti, si credeva che fosse originariamente un tempio pagano dedicato a Marte, prima di essere trasformato poi in una chiesa cristiana. Per visitare il Battistero si accede dall’ingresso dalla Porta Nord, in Via Martelli. Essendo un luogo di culto è richiesto un abbigliamento adeguato, quindi evitate di lasciare scoperte gambe e spalle e non indossate i sandali. Per una visita approfondita vi basteranno 30 minuti circa e potete acquistare il pass da questo portale, che include l’accesso a tutti i monumenti presenti sulla Piazza e, soprattutto, di saltare le code al botteghino. 

COMPRA QUI il PASS salta-fila per il Battistero e per il Duomo

Battistero di Firenze
Battistero di Firenze

2.Cattedrale di Santa Maria del Fiore

La Cattedrale di Firenze, chiamata anche Santa Maria del Fiore o il Duomo, ti ammalia per la sua incredibile bellezza. Costruita nel XIV secolo da Arnolfo di Cambio, è un vero scrigno gotico. Fuori è decorata in maniera minuziosa, dentro ci sono opere d’arte incredibili, come gli affreschi di Paolo Uccello e Andrea del Castagno che mostrano famosi mercenari. Ma ciò che rende unica questa cattedrale è la sua grande cupola rossa, disegnata da Brunelleschi, che sembra toccare il cielo. Se siete allenati, vi consiglio di salire i 436 scalini che portano sù in cima, per godere di uno dei panorami più belli della città. Tutta la fatica sarà ripagata. In alternativa, potete raggiungere la vetta del Campanile di Giotto, un gigante di marmo con bellissimi mosaici. Il tour che vi menziono qui sotto include l’ingresso anche per la Cattedrale, la Cupola e il Campanile. 

Potrebbe interessarti: Tour del Battistero e del Museo del Duomo + Campanile di Giotto

Cattedrale di S.Maria del Fiore a Firenze
Cattedrale di S.Maria del Fiore

3. Palazzo Medici Riccardi

Palazzo Medici Riccardi, al di là di essere una tappa museale imperdibile, svolge molteplici ruoli: è la sede della Città Metropolitana, della Prefettura di Firenze e ospita anche due preziose biblioteche, la Moreniana e la Riccardiana. Questa dimora è un gioiello dell’architettura civile rinascimentale, risalente al 1444, e progettata da Michelozzo. Oltre ad essere stata la residenza privata dei Medici, con Lorenzo il Magnifico tra i suoi ospiti più illustri, il palazzo ha accolto anche figure politiche di grande rilevanza, come il principe milanese Galeazzo Maria Sforza.Nel corso dei secoli, ha vissuto diverse trasformazioni, passando attraverso le mani del marchese Gabriello Riccardi nel 1659, che decise di ristrutturarlo secondo lo stile barocco. Nel 1874, infine, l’edificio è stato acquisito dalla Provincia di Firenze (ora nota come Città Metropolitana), che continua a ospitare al suo interno la Prefettura e l’Istituto Storico della Resistenza in Toscana. Un luogo ricco di storia e cultura, in cui passato e presente si fondono armoniosamente per un connubio affascinante. Potete acquistare i biglietti per una visita guidata oppure considerare un tour sulla famiglia Medici a Firenze (che include anche la visita di Palazzo Medici Ricciardi).

Potrebbe interessartii: Cosa vedere in Val d’Orcia in 3 giorni: tutti i posti da non perdere

Sala di Palazzo Medici Ricciardi a Firenze
Sala di Palazzo Medici Ricciardi

4.Galleria dell’Accademia

La Galleria dell’Accademia è, subito dopo gli Uffizi, uno dei musei più popolari di Firenze. È stato aperto nel 1784 per fornire ai ragazzi che studiavano arte un posto dove imparare. Questo museo possiede un numero sostanzioso di sculture, quadri e strumenti musicali, ma la sua stella più brillante è il famoso David di Michelangelo, rappresentato nel momento prima della sua battaglia con il gigante Golia. Qui c’è la scultura originale, perché sempre a Firenze, troverete anche una copia molto celebre, ovvero quella di Piazzale Michelangelo. Luogo, quest’ultimo, dove potrete ammirare un panorama sulla città davvero stupendo.  Comunque, se siete amanti della scultura, la Galleria dell’Accademia è una tappa obbligatoria, e vi consiglio di inserirla tra le cose da vedere a Firenze nei due giorni di visita. Come gli Uffizi, però, la Galleria dell’Accademia è spesso pienissima di turisti, quindi vi consiglio di andarci con il biglietto già in mano, acquistabile da questo sito.

Potrebbe interessarti: Biglietto saltafila per la Galleria dell’Accademia

Galleria dell'Accademia, Firenze
Galleria dell’Accademia di Firenze

5.Palazzo Vecchio e Piazza della Signoria

Nel 1299 i Fiorentini decisero di dar vita a un palazzo che non solo fungesse da quartier generale del governo, ma che fosse anche un simbolo del potere e della grandezza della città. La sfida fu accettata da Arnolfo di Cambio, lo stesso genio che c’è dietro al Duomo di Firenze e alla maestosa chiesa di Santa Croce. Nel corso dei secoli, il Palazzo Vecchio ha conosciuto diversi nomi: originariamente noto come Palazzo della Signoria, ha poi assunto il nome di Palazzo Vecchio quando la corte dei Medici ha traslocato a Palazzo Pitti. Oggi, questo palazzo è uno dei simboli di Firenze ed è la sede del Museo dei Ragazzi e degli uffici municipali. Il suo cuore, il Salone dei Cinquecento, continua a risuonare con udienze ed eventi speciali, mantenendo vivo il suo spirito originale. Si può scegliere di visitare Palazzo Vecchio acquistando un biglietto saltafila (che include anche i passaggi segreti) o partecipando ad una visita guidata dell’Inferno di Dan Brown, che vi permetterà di approfondire l’aspetto più misterioso del Palazzo della Signoria.

Potrebbe interessarti: Tour dei luoghi dell’Inferno di Dan Brown

Palazzo Vecchio a Firenze
Palazzo Vecchio

6.Galleria degli Uffizi

Tra le cose da vedere a Firenze in 2 giorni non può ovviamente mancare la Galleria degli Uffizi, una delle gallerie più famose al mondo. Al suo interno ci sono collezioni di sculture e di pitture che includono alcuni dei dipinti più iconici della storia. Immaginate di passeggiare tra le opere di maestri come Giotto, Piero della Francesca, Botticelli, senza dimenticare i giganti del Rinascimento italiano come Leonardo, Raffaello, Michelangelo e Caravaggio. La Galleria offre anche uno sguardo alla pittura europea e mentre ammirate le opere d’arte, vi troverete circondati anche dalla straordinaria collezione di sculture e busti dell’antichità dei Medici.La Galleria degli Uffizi è aperta da martedì a domenica, dalle ore 08:15 alle ore 18:50 ed è possibile acquistare il biglietto con ingresso prioritario tramite questo sito. È assolutamente fondamentale acquistare il biglietto con un certo anticipo! Se preferite fare una visita guidata (come fa sempre la sottoscritta per musei così grandi), potete prenotarla tramite questo portale.

COMPRA QUI il Biglietto con ingresso prioritario alla Galleria degli Uffizi (con audioguida)

Galleria degli Uffizi, Firenze
Galleria degli Uffizi

7. Giardini di Boboli

Impossibile definirli semplici giardini, perchè i Giardini di Boboli sono un vero e proprio parco monumentale che merita di essere visitato per almeno 2-3 ore. Camminando tra gli antichi lecci, scoprirete una collezione di sculture, fontane incantevoli e angoli freschi in cui poter rilassarsi, magari leggendo qualche pagina di un libro o semplicemente godendosi un po’ di pace, lontani dallo stress quotidiano. Non potete perdervi la zona a terrazze, dove troverete un padiglione chiamato Kaffeehaus, un esempio raro di architettura rococò in Toscana.C’è anche una Limonaia, dove sono presenti diverse specie di agrumi. Che veniate qui nelle calde giornate estive, durante l’esplosione di colori dell’autunno o al risveglio profumato della primavera, Boboli vi accoglierà sempre con il suo fascino unico. Da questo luogo, molti giardini reali europei, tra cui il celebre Versailles, hanno preso ispirazione. Ma solo quando sarete qui, capirete il motivo. Potete visitare questo bellissimo polmone verde acquistando un biglietto d’ingresso su questa piattaforma online. Se volete chiudere la giornata in bellezza concedetevi un aperitivo nel magnifico Loggia Roof Bar, nell’Hotel Palazzo Guadagni.

Potrebbe interessarti: Biglietto prioritario per i Giardini di Boboli

Giardino delle Rose a Firenze
Giardino delle Rose

8. Ponte Vecchio

Il Ponte Vecchio è l’emblema di Firenze, proprio come il Colosseo lo è per Roma. Questo ponte, costruito nel 1345, è tra i ponti in pietra più antichi d’Europa. Un tempo, nel XV e XVI secolo, ospitava macellai e mattatoi, ma quando i Medici si trasferirono a Palazzo Pitti, le cose cambiarono. Fernando I decise che l’odore che proveniva da lì non era il massimo, quindi chiuse quelle attività e le sostituì con gioiellerie e orefici. Ma ciò che caratterizza veramente il Ponte Vecchio sono i lucchetti d’amore, e forse qui c’erano già da prima di “3 metri sopra al cielo” se non ricordo male! Moltissime coppie si recano qui per agganciarli come segno del loro amore eterno, ma per mantenere il ponte in buone condizioni, ogni tanto le autorità locali devono “liberare” il ponte da questi lucchetti. Niente paura, l’amore continua a brillare! 

Potrebbe interessarti: Crociera sull’Arno al tramonto con concerto dal vivo

Ponte Vecchio a Firenze
Ponte Vecchio

9. Officina Profumo-Farmaceutica di Santa Maria Novella

Se siete appassionati di botteghe storiche, non potete perdervi l’Officina Profumo Santa Maria Novella, una delle farmacie più antiche del mondo, costruita nel 1400. È un vero e proprio santuario per gli amanti della fragranza. Appena entrate, sarete accolti da un’esplosione di aromi che vi trasporteranno indietro nel tempo, gli stessi profumi che hanno conquistato anche Caterina de’ Medici. Ciò che rende questo posto speciale è che ancora oggi è possibile acquistare fragranze create seguendo le antiche ricette dei monaci domenicani. Non solo sarete affascinati da queste fragranze, ma sarete anche incantati dalla bellezza di questa bottega che ha resistito alle intemperie del tempo. Un’esperienza sensoriale che vi trasporterà indietro nei secoli.

Potrebbe interessarti anche: 10 hotel con Spa in Toscana

Officina Profumo-Farmaceutica di Santa Maria Novella
Officina Profumo-Farmaceutica di Santa Maria Novella

10. Quartiere San Frediano 

Chiudo questo articolo sulle cose da vedere a Firenze in 2 giorni con il Quartiere San Frediano. Questa zona di Firenze è come quel posto segreto che solo i locali conoscono e che vorresti tenere solo per te. È una delle zone più alla moda della città, piena di arte, cultura e ottimo cibo, ed è anche quella dove Pratolini ha ambientato “Cronache di poveri avanti”. La Galleria Romanelli è un esempio della vena artistica del quartiere, un posto dove puoi vedere gli artisti all’opera, mentre creano delle sculture in marmo e bronzo. È come entrare in un mondo magico dove la pietra prende vita. Ma San Frediano ha molto di più da offrire. Ci sono piccoli caffè accoglienti dove poter fare colazione, boutique di design e negozi vintage che nascondono tesori dimenticati. La sera, invece, i locali si animano con musica dal vivo e si respira una bella atmosfera. Insomma, San Frediano è il posto dove potete scoprire il lato cool di Firenze, lontano (si spera) dalla folla dei turisti stranieri.

Per aiutarvi a preparare la valigia trovate tanti consigli utili nell’articolo su Cosa mettere in valigia per ogni occasione

Galleria Romanelli, Firenze
Galleria Romanelli

Cosa vedere a Firenze in 1 giorno

  1. Battistero di San Giovanni 
  2. Cattedrale di Santa Maria del Fiore con la Cupola e il Campanile di Giotto
  3. Galleria degli Uffizi
  4. Palazzo Vecchio e Piazza della Signoria
  5. Ponte Vecchio

Cosa vedere a Firenze: itinerario di 2 giorni

  • Giorno 1: Battistero di San Giovanni, Duomo e Campanile di Giotto, Galleria degli Uffizi, Ponte Vecchio e Piazza della Signoria
  • Giorno 2: Galleria degli Uffizi, Galleria dell’Accademia o Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria, Giardini di Boboli, Officina Profumo-Farmaceutica di Santa Maria Novella, serata a San Frediano

Cosa vedere a Firenze: itinerario di 3 giorni

  • Giorno 1: Battistero di San Giovanni, Duomo e Campanile di Giotto, Galleria degli Uffizi, Ponte Vecchio e Piazza della Signoria
  • Giorno 2: Galleria degli Uffizi, Galleria dell’Accademia o Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria, Giardini di Boboli, Officina Profumo-Farmaceutica di Santa Maria Novella, serata a San Frediano
  • Giorno 3: Cappelle Medicee, Basilica e Mercato di San Lorenzo, Cappella Brancacci, Basilica di Santa Croce e Piazzale Michelangelo
Tomba di Galileo a Santa Croce, Firenze
Tomba di Galileo a Santa Croce

Dove mangiare a Firenze

DISCLAIMER:  per quanto io possa cercare di tenere l’articolo sempre aggiornato, potrebbe comunque succedere che alcuni luoghi che ho menzionato abbiano cambiato gestione/menù/prezzi o addirittura abbiano chiuso. Per evitare brutte sorprese, prima di andare, vi consiglio di controllare SEMPRE le recensioni più recenti che trovate su Google e/o su Tripadvisor.

  • Trattoria 13 Gobbi: Trattoria classica toscana famosa per la fiorentina. Location molto bella e cucina top.
  • l’Brindellone – Taverna rustica vicino alla Cappella Brancaccia, famosa per i cimeli sportivi legati al calcio storico. 
  • Osteria Vini E Vecchi Sapori: all’angolo con Piazza della Signoria, ristorante toscano con un   ottimo rapporto qualità- prezzo (se li trovate in menù, provatei i paccheri in crema fiori di zucca!)
  • Trattoria Garga: locanda storica con una bellissima ambientazione. Si mangia un’ottima cucina toscana tra pareti affrescate, busti di marmo e quadri.
  • Ristorante Buca Mario: a pochi passi dalla precedente, si scendono pochi gradini per entrare in una sala con soffitto a volta del 1500. Ristorante storico dove mangiare un’ottima fiorentina e la pasta fatta in casa.
  • Cibreo Trattoria: osteria gourmet aperta dallo chef Fabio Picchi nel 1979. Si trova a Santa Croce, ed è sempre una garanzia. Bell’ambiente e piatti ben cucinati.
  • Braciere Malatesta: carne alla brace e pizza cotta nel forno al legna in questo bel ristorante accanto al Mercato Centrale.
  • Perseus: locanda genuina e sincera leggermente fuori dal centro. 
  • Il Borro Tuscan Bistro: bistrot molto carino sul Lungarno, cucina toscana rivisitata in chiave gourmet.
  • Antico Ristoro di Cambi: ristorante toscano genuino a San Frediano.
Loggia Roof Bar, Firenze
Loggia Roof Bar (Ph. booking.com)

Alcune immagini di stock sono prese da Depositphotos

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.