Londra insolita: 10 luoghi poco turistici da vedere

Londra è da sempre una delle capitali europee più turistiche ed amate in assoluto, è piena di gente ogni giorno della settimana, per 12 mesi all’anno. Io la frequento da tantissimi anni e, ciò nonostante, ogni volta che ci torno vado sempre alla ricerca di una Londra insolita e poco conosciuta. In questo articolo vi parlo dei 10 luoghi poco turistici che ho scovato nei miei ultimi viaggi a Londra, da alcune bellissime case museo fino a interi quartieri che stanno subendo la gentrificazione. 

Chiaramente se ci andate per la prima volta vi consiglio di vedere prima i “classiconi”, Westminster, Tower Bridge e tutti gli altri luoghi di cui vi ho parlato già nell’articolo sulle cose da vedere a Londra in 4 giorni.


Leighton House Museum - Londra

Londra insolita: 10 luoghi poco turistici da non perdere

1. Leighton House Museum

Il primo luogo poco turistico di Londra di cui voglio parlarvi è la casa museo di Lord Leighton a South Kensington. La casa si trova in Holland Park Road, una strada che venne scelta da diversi artisti alla fine del 1800 per creare una sorta di comunità artistica chiamata Holland Park Circus. Lord Leighton è considerato uno dei più grandi pittori vittoriani e la sua villa, dove si trovava anche il suo studio, è stata conservata benissimo. La casa ha delle decorazioni fantastiche che culminano con la sala araba, dove Lieghton fece sistemare la sua collezione di piastrelle islamiche antiche. Tutta la casa è disseminata di quadri e di oggetti acquistati dal pittore in tutto il mondo. Nella villa trovate anche un grazioso caffè che si affaccia sul giardino. Il biglietto costa 11 £, volendo c’è anche un biglietto combinato che include anche la Sambourne House a 20 £. 

Potrebbe interessarti: Cosa vedere a Londra in 4 giorni

Leighton House- Londra

2. Sambourne House 

Poco distante dalla Leighton House c’è poi la casa museo dell’illustratore e fotografo Sambourne. La Sambourne House è molto più modesta, ma è altrettanto bella e interessante. Edward Linley Sambourne era un fumettista e illustratore della rivista satirica Punch e visse in questa casa vittoriana con la famiglia ed i domestici per quasi 40 anni. L’appartamento è rimasto così com’era all’epoca e conserva dei bellissimi interni (seguendo i dettami dell’epoca guidati dalla “Aesthetic interior”). Magnifiche le carte da parati e le ceramiche cinesi, ma anche le opere irriverenti di Sambourne. Se amate le case museo come me, è una chicca che non dovete lasciarvi scappare. 

Sambourne House  -Londra

3. The Sky Garden 

Sono stata per la prima volta allo Sky Garden pochi mesi dopo la sua apertura qualche anno fa e, nonostante non si possa più definire un luogo davvero insolito di Londra, non è ancora conosciutissimo ai più. Parliamo del più alto giardino pubblico di Londra che si trova all’ultimo piano del grattacielo soprannominato “Walkie-Talkie”, nella City. Il giardino si sviluppa su 3 piattaforme panoramiche e per accedervi dovrete prenotare (con un certo anticipo) il vostro ingresso tramite il sito ufficiale (è gratuito). In alternativa, per garantirvi l’accesso, potete prenotare un tavolo nella brasserie o nel ristorante che si trovano sempre sulle terrazze. La vista che si gode da qui sù è davvero stupenda, davanti avrete il Tamigi con lo Shard, e tanti altri edifici iconici di Londra. Il giardino è aperto tutti i giorni dalle h10 alle h18 (fino alle h21 nel week-end). 

Potrebbe interessarti: Cosa vedere vicino Londra, 10 escursioni da non perdere

Sky Garden

4. Mercato Metropolitano Mayfair

Tra i luoghi insoliti e ancora poco conosciuti di Londra il Mercato Metropolitano Mayfair ci entra a pieno titolo. È il secondo mercato sostenibile aperto a Londra (dopo quello in zona Elephant & Castle) della società Mercato Metropolitano e si trova in una location d’eccezione: una chiesa sconsacrata a Mayfair. La chiesa è quella di St.Marks, in una traversa di Bond Street, e venne sconsacrata nel 1974. Dopo una ristrutturazione costosissima durata 2 anni, oggi si presenta in tutto il suo splendore con diversi ristoranti e stand di street food, una cantina, una terrazza, dei concept store e degli spazi ad uso della comunità. Il progetto è veramente bello e, devo ammettere,  fa abbastanza strano vedere 2 banconi del bar sull’altare di una chiesa! 

Mercato Metropolitano Mayfair - Londra

5. Quartiere di Peckham 

Il quartiere di Peckham si trova abbastanza lontano dal centro di Londra, nel quadrante di sud est, ed è una zona dove, fino a un pò di anni fa, era sconsigliato venire. Come è accaduto per molte altre zone, Peckham ha subito la gentrificazione ed è diventato in poco tempo uno dei quartieri più cool e alternativi di Londra. Per raggiungere Peckham dovrete scendere alla fermata Peckham Rye della Overground e da lì potrete poi gironzolare a piedi. Il cuore culturale ed artistico del quartiere è Copeland Park & Bussey Building, un complesso che comprende residenze artistiche, studi fotografici, spazi di coworking, gallerie, bar, ristoranti e un cinema. Se amate l’arte vi consiglio di fare un salto anche alla South London Gallery, che potrete raggiungere in poco più di 10’ a piedi, e troverete anche tanta street art tra le vie del quartiere. 

street art a Peckham - Londra

6. Battersea Power Plant

Nel quartiere di Battersea, che si trova sul lato sud del Tamigi all’altezza di Chelsea, si trova l’ultima novità del panorama londinese, il Battersea Power Plant, un luogo sicuramente insolito e ancora sconosciuto ai turisti. Parliamo dell’edificio che veniva chiamato la “Cattedrale del potere”, il terzo impianto di produzione elettrica più grande del paese. In funzione dal 1933 al 1983, l’impianto venne poi chiuso e lo rimase per 40 anni fino ad oggi.  I primi di novembre del 2022 ha riaperto, dopo un lavoro lunghissimo di restauro, per ospitare un immenso polo di intrattenimento. Al suo interno ci sono negozi, ristoranti, una food hall, un art-hotel da 165 stanze, un cinema, un teatro e molto di più. C’è da scommettere che diventerà presto una delle attrazioni più popolari di Londra. Una curiosità: il Battersea Power Plant appare nella copertina dell’album Animals dei Pink Floyd. Da vedere in zona anche il Battersea Park con la Peace Pagoda.  

Battersea Power Plant - Londra

7. St Dunstan in the East Church

Tutto ci si può aspettare dalla City, tranne di trovare nascosta tra i grattacieli una chiesa medievale, o meglio, quello che ne resta. La St Dunstan in the East Church venne costruita nel 1100  circa ed ampliata successivamente nel 1400. Gravemente danneggiata durante il grande incendio di Londra nel 1666, la chiesa è stata poi solo risistemata, senza una vera ricostruzione. Durante la II Guerra Mondiale è stata gravemente danneggiata dalle bombe, che hanno risparmiato solo la  Wren’s tower e le pareti a nord e a sud. Dopo la guerra si è deciso di non ricostruirla, ma di creare invece un giardino pubblico, aperto poi nel 1971. Oggi è un vero angolo di pace nella frenesia della City, un luogo intimo e romantico che si presta anche per fare delle belle foto (se non trovate la pioggia come la sottoscritta). 

St Dunstan in the East Church - Londra

8. Sir John Soane’s Museum

Aperto nel 2011 dopo anni di restauro, il Sir John Soane’s Museum è probabilmente la casa museo londinese più affascinante. Appartenne ad uno dei più importanti architetti britannici del 1800, Sir John Soane appunto, che progettò diversi e importanti edifici neoclassici di Londra (come la Bank of England ad esempio). La casa è piena, ma proprio piena, di oggetti antichi e particolari, di quadri (ci sono delle opere di Canaletto, Hogarth e Turner, giusto per citarne alcuni) e dei suoi disegni e progetti. La collezione che colpisce di più è sicuramente quella delle statue classiche, greche e romane, ma è la casa stessa un’opera d’arte. Sir Soane infatti ha creato all’interno tutta una serie di illusioni architettoniche, utilizzando pannelli, specchi e vetri particolari.

Sir John Soane’s Museum

9. Museum of Freemasonry

Sempre vicino Lincoln’s Inn Fields, tra Holborn e Covent Garden, c’è questo edificio quasi segreto e decisamente particolare: l’ex quartier generale della massoneria inglese. Il palazzo è stato costruito in stile Art Déco e oggi ospita il Museum of Freemasonry, ovvero il Museo della Massoneria (ad ingresso gratuito). Venne eretto per onorare i 3000 massoni caduti durante la I Guerra Mondiale e divenne poi la sede dell’organizzazione segreta. Visitando il museo avrete l’opportunità di vedere le maschere cerimoniali, le urne usate per le votazioni di ammissione all’organizzazione, gli emblemi, e tanto altro. La sala dove si incontravano assomiglia ad un tribunale e le sue pareti sono decorate con i ritratti dei Grandi Maestri, i capi della loggia inglese. 

Museum of Freemasonry -Londra

10. Charles Dickens Museum

Chiudo questo articolo sui luoghi insoliti e poco turistici da vedere a Londra con un’ultima casa museo (è una mania la mia, lo so), quella dove visse Charles Dickens. In questa casa che si trova a Holborn Dickens visse solo 3 anni, dal 1837 fino al 1839, ma furono gli anni più prolifici della sua vita, quelli in cui scrisse Oliver Twist e il Circolo Pickwick. La casa è stata comprata poi dall’associazione Dickens Fellowship nel 1923 che ne fece il Charles Dickens Museum. Alcune stanze sono arredate come al tempo dello scrittore, mentre altre espongono manoscritti, dipinti e cimeli vari (ci sono ben 100.000 pezzi!). Il museo ha anche un bel caffè nel giardino, perfetto per una pausa (è aperto anche a chi non visita il museo). 

Charles Dickens Museum - Londra

2 commenti su “Londra insolita: 10 luoghi poco turistici da vedere”

  1. Grazie, Valentina, per i tuoi suggerimenti! Dopo aver apprezzato quelli su Berlino insolita, ho avuto modo settimana scorsa di gustarmi molti dei luoghi insoliti di Londra che proponi. Segnalo che al Sir John Soane’s Museum è possibile ora fare foto: davvero un luogo incredibile e imperdibile per chi ama le case-museo, e quelle londinesi son davvero molto interessanti!

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.