Cosa vedere sul lago d’Orta (e nei dintorni)

Se non avete mai pensato di visitare il lago d’Orta e i suoi magnifici dintorni è giunto il momento di farci un pensierino. Dopo aver letto il mio articolo, infatti, sono certa che lo inserirete nella vostra lista! Nascosto tra le colline del Piemonte, il lago d’Orta si rivela come un piccolo e nascosto gioiello. Tra l’altro rappresenta una destinazione perfetta sia per una gita fuori porta da fare in giornata (per chi abita in zona Milano o Torino) che per un week end. L‘isola di San Giulio, con il suo antico monastero, cattura l’immaginazione con la sua aura mistica, mentre le strette stradine di Orta San Giulio (uno dei Borghi più belli d’Italia) svelano angoli nascosti di storia e cultura. Subito fuori dal borgo c’è poi il Sacro Monte di Orta, patrimonio UNESCO, con le sue cappelle affrescate e una quiete quasi mistica. Imperdibile anche la Strada dei Vini dell’Alto Piemonte, con le sue cantine, dove una sosta è d’obbligo. Nelle vicinanze vale la pena fare un salto al borgo di Pella e al Santuario della Madonna del Sasso, senza tralasciare Legro, “il paese dipinto”. Insomma, troverete davvero bellezza in ogni angolo del lago, ovunque girerete la testa. Eccovi quindi la mia guida con tutte le cose da vedere sul Lago d’Orta e nei dintorni

Orta San Giulio, uno dei Borghi più belli d'Italia
Orta San Giulio, uno dei Borghi più belli d’Italia

Cosa vedere sul lago d’Orta: i luoghi da non perdere

Orta San Giulio

Una volta giunti a Orta San Giulio, un borgo sulle rive del lago d’Orta, è come guardare un dipinto vivente con le sue stradine e le antiche dimore. La piazza principale, affacciata sul lago, è caratterizzata da un’architettura medievale e rinascimentale, con la Chiesa di Santa Maria Assunta che domina l’orizzonte. Camminando per le strette viuzze troverete sicuramente la Casa dei Nani, con le sue piccole porte, che racconta di una leggenda che coinvolge la contesa tra due famiglie rivali. Lungo la passeggiata sul lungolago si incontrano, invece, botteghe artigiane e caffè accoglienti che creano un’atmosfera bohémienne. Gli amanti della storia apprezzeranno la Torre di Buccione, con la sua incantevole vista sulla cittadina. I giardini del Palazzo Comunale sono bellissimi e meritano assolutamente una visita; ad attendervi ci sarà “Il Quadro Perfetto” di Carl Heinz Schroth, un capolavoro che incarna l’essenza di questo luogo straordinario.

Ti potrebbe interessare: 10 Agriturismi con piscina in Piemonte, nel Monferrato e nelle Langhe

Orta San Giulio, Piemonte
il borgo di Orta San Giulio
piazza nel borgo di Orta San Giulio
piazza nel borgo di Orta San Giulio

Isola di San Giulio

La visita all’Isola di San Giulio, raggiungibile in barca dal piccolo molo di Orta San Giulio, svela l’eleganza del Monastero con le sue mura secolari, testimone di secoli di devozione. Si narra che San Giulio, il fondatore, abbia sconfitto un drago che infestava l’isola, rendendola sicura per la comunità. La Basilica di San Giulio, con la sua facciata romanica, ospita opere d’arte sacra e una cripta millenaria. C’è poi un interessante curiosità che riguarda questa isoletta: in passato fu considerata luogo di esilio per dissidenti politici. Questo particolare aggiunge un tassello affascinante alla sua narrazione storica. La torre dell’isola, nota come “Torre della Buccia”, deve il suo nome a un antico uso come luogo di conservazione delle pelli dei pesci. Sull’isola troverete una stradina che vi permette di girare tutta l’isola, passando intorno al monastero. Trascorrere una giornata qui vuol dire godere di una pace che spesso non si trova abitando in città. Quindi, godetevela tutta!  PS I più sportivi potranno godere dell’isola anche partecipando ad un tour in kayak (vedi box qui sotto).

Potrebbe interessarti: Tour dell’isola di San Giulio in kayak

l'isola di San Giulio vista da Orta
l’isola di San Giulio vista da Orta
stradina sull'isola di San Giulio, lago d'Orta
stradina sull’isola di San Giulio

Sacro Monte di Orta San Giulio

Il Sacro Monte di Orta San Giulio è un percorso di pellegrinaggio che tocca 20 cappelle affrescate, che narrano la vita di San Francesco d’Assisi. È stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO insieme agli altri Sacri Monti di Lombardia e Piemonte, incluso quello di Varese di cui vi ho parlato in questo articolo. Il percorso, scandito dai rilievi del paesaggio, guida i visitatori in un viaggio spirituale, che porta nella cappella dedicata al Transito di San Francesco, situata sulla cima del colle. Un dettaglio affascinante è che ogni cappella ospita statue reali di terracotta policroma, simboli tangibili della fede e dell’arte del XVII secolo. Inutile dirvi che anche qui la vista panoramica è pazzesca, sembra che il Sacro Monte abbracci il lago d’Orta e le sue rive. Da non perdere è la Cappella di San Francesco, con il suo ciclo di affreschi dedicati alla vita del Santo, e la Cappella del Crocifisso, che ospita un’icona raffigurante un Cristo nero venerato dai fedeli.

Ti potrebbe interessare: 7 gite fuori porta sul lago vicino Milano

Sacro Monte di Orta San Giulio, sul lago d'Orta
Sacro Monte di Orta San Giulio
vista dell'isola di San Giulio dal Sacro Monte
vista dell’isola di San Giulio dal Sacro Monte

Legro

Se siete amanti dell’arte e del cinema, Legro d’Orta è una tappa imperdibile per chi esplora la zona intorno al lago. Questo borgo, soprannominato “il paese dipinto“, fa parte del circuito “I Paesi Dipinti” da ben 22 anni, con circa 200 località in Italia dove le facciate e i muri diventano vere opere d’arte firmate da artisti di fama mondiale. Il tema scelto per i graffiti di questo borgo è il cinema, e camminando per le strade di Legro, potrete fare un vero e proprio tour tra i murales dedicati alle pellicole più iconiche della storia del cinema italiano (e non solo). È un’esperienza visiva che vi farà immergere nel mondo del cinema in un contesto decisamente fuori dal comune. 

murales a Legro, lago d'Orta
Fotografico Distretto Turistico dei Laghi – Foto di Marco Benedetto Cerini

Santuario della Madonna del Sasso

Il fascino del Santuario della Madonna del Sasso non si limita solo alla vista panoramica sul lago d’Orta, ma si estende alle sue radici storiche. La leggenda narra che questo luogo sacro abbia avuto origine nel XV secolo, quando la Madonna sarebbe apparsa a un pastore. L’interno, impreziosito da affreschi e decorazioni barocche, cattura l’attenzione con la sua sacralità e ricchezza artistica. Oltre alle terrazze panoramiche da cui è possibile ammirare tutto il lago d’Orta, il cortile ospita una pietra che, secondo la narrazione, riporta l’impronta del piede della Madonna. La scalinata che conduce al santuario è parte integrante dell’esperienza. La chiesa della Madonna del Sasso è un luogo che va oltre l’aspetto religioso, perché crea una connessione unica anche con la natura.

Santuario della Madonna del Sasso, lago d'Orta, Piemonte
Santuario della Madonna del Sasso
Santuario della Madonna del Sasso, lago d'Orta, Piemonte
Santuario della Madonna del Sasso

Pella

Tra le cose da vedere intorno al lago d’Orta bisogna sicuramente inserire anche Pella. Questo piccolo borgo si affaccia con discrezione sulle sponde del lago, le sue stradine si snodano tra antiche case di pietra color pastello e il suo porticciolo diventa il narratore di questo luogo in cui il tempo sembra essersi fermato. La chiesa romanica di San Filiberto, risalente all’VIII secolo, è la custode del borgo, mentre dirigendosi verso il cimitero, lungo un sentiero in salita, ci si ritrova davanti al fiume Pellino che scorre tra le rocce, con un bel ponticello ad arco. Piazza Motta è il cuore pulsante del borgo, ma Pella vanta una storica tradizione legata alla costruzione di barche in legno, con maestri d’ascia che tramandano il loro sapere di generazione in generazione. Inoltre, potrete visitare anche il Museo degli Strumenti Musicali Meccanici, un viaggio sonoro attraverso il passato, con collezioni di strumenti unici e melodie quasi dimenticate. Se avete tempo salite anche alla Terrazza panoramica Monte San Giulio: la vista del lago e dell’isola da qui è stupenda!

lungolago di Pella sul lago d'Orta
lungolago di Pella sul lago d’Orta
vista sul lago d'Orta
vista sul lago d’Orta

Omegna

Un’altro borgo da visitare è Omegna, un villaggio che si trova lungo le rive settentrionali del lago d’Orta. Anche lui ha un centro storico super colorato che sembra uscito da una storia di Instagram. È qui che nacque Rodari nel 1920, e scelse di ambientare in questo luogo alcune delle sue fiabe .  Oggi Omegna è conosciuta, infatti, come il paese delle filastrocche ed è una tappa obbligata. Per questo motivo non potete non fare un salto al Parco della Fantasia “Gianni Rodari, il posto dove i sogni diventano realtà, sia per i grandi che per i piccini. Esplorando il suo centro storico vi ritroverete a passeggiare tra stradine vivaci, palazzi eleganti e chiese. Tra le chicche, spiccano la Chiesa di Sant’Ambrogio e quella Evangelica Metodista. Non dimenticate di dare un’occhiata anche al Ponte Antico, alla Porta Romana (o Porta della Valle) e al Museo Forum.

Ti potrebbe interessare: 16 mete raggiungibili in treno da Milano

Lago d'Orta_Omegna_Case lungo la Nigoglia
Archivio Fotografico Distretto Turistico dei Laghi – Foto di Susy Mezzanotte
Museo Rodari, Omegna
Archivio Fotografico Distretto Turistico dei Laghi – Foto di Lorenzo Pipi

Dove mangiare sul lago d’Orta

Le sponde del lago d’Orta nascondono tesori gastronomici famosi in tutt’Italia, ristoranti stellati e trattorie genuine che offrono piatti regionali impeccabili, dalle specialità di pesce alle ricette tradizionali piemontesi. Eccovi, dunque, cinque ristoranti da provare sul lago d’Orta:

  • Villa Crespi: presso questa bellissima dimora (che appartiene alla catena Relais Chateaux) potrete assaggiare la cucina del famoso Chef Cannavacciuolo. Il menù si ispira a due forme di affetto: uno legato al passato e alle radici, l’altro al territorio che l’ha accolto e ha visto realizzare i primi sogni. Così, Campania e Piemonte si fondono, mettendo in risalto ingredienti di alta qualità e vini pregiati. Il Ristorante ha 3 Stelle Michelin e, neanche a dirlo, va prenotato con mesi di anticipo. 
  • Lacqua by the Lake: per chi vuole mangiare in un ristorante dall’atmosfera intima e raffinata con vista sul lago, questo è il ristorante giusto. Il menù, pensato sempre dallo chef Cannavacciuolo, è un omaggio alla tradizione, al territorio e al piacere della dolce vita, ma è sicuramente meno impegnativo rispetto a Villa Crespi. 
  • La cucina della Darbia: Un ristorante di campagna, con una cucina originale e genuina. La cucina dello chef Matteo Monfrinotti è una dichiarazione d’amore nei confronti del Piemonte. Anche qui la vista sul lago non manca. 
  • La Motta: La cucina di questo ristorante nel centro storico di Orta San Giulio riflette il territorio e il contesto locale, privilegiando prodotti piemontesi e ingredienti locali di prima qualità. Ogni mese rinnovano il menù, offrendo ai clienti la possibilità di scoprire nuovi piatti ad ogni visita.
  • Ristorante San Giulio: Immerso nella tranquillità dell’isola, la sala del ‘700 e il terrazzo panoramico sul lago diventano cornici suggestive per assaporare la tradizione culinaria del luogo. Attenzione, però, perchè non è aperto tutto l’anno. 

Ti potrebbe anche interessare: 10 Agriturismi con piscina in Piemonte, nel Monferrato e nelle Langhe

piatto al ristorante Lacqua by the lake, lago d'Orta
Lacqua by the lake
Ristorante Lacqua by the lake, lago d'Orta
piscina del Ristorante Lacqua by the lake

Dove dormire sul lago d’Orta

Per un soggiorno sul lago d’Orta, ci sono diverse possibilità di scelta: dal lusso dei boutique hotel con vista lago alle accoglienti pensioni nel cuore dei borghi. In particolare vi suggerisco:

  • Relais-Chateaux Villa Crespi: a breve distanza dalle rive del lago d’Orta, sorge questa elegante residenza costruita nel 1879. La struttura, caratterizzata da un’architettura moresca dai dettagli arabeschi, è veramente strepitosa. Ovviamente ciò che rende unico il soggiorno è l’ospitalità calorosa dei padroni di casa, lo Chef Antonino Cannavacciuolo e la moglie Cinzia, che trasformano il soggiorno in un’esperienza indimenticabile, grazie alle prelibatezze culinarie e le attenzioni personalizzate per i clienti. Non per tutti, ma per una once-in-a-lifetime experience sicuramente sì!
  • Agriturismo Il cucchiaio di legno: situato tra le colline che sovrastano il lago, l’agriturismo offre sistemazioni moderne. L’azienda, inoltre, produce miele, marmellata, frutta e uova fresche. Durante il soggiorno, potrete anche scegliere di coccolarvi con i trattamenti di benessere, con l’idromassaggio riscaldato, la sauna e la doccia emozionale.
  • Hotel Bocciolo: posizionato nel cuore di Orta San Giulio, sulle sponde del lago, l’Hotel si distingue per il suo servizio di ristorazione di qualità. Le camere, caratterizzate da un design accattivante, con balcone privato e vasche da bagno con idromassaggio, garantiscono un soggiorno raffinato e confortevole.
  • Hotel Le Betulle: l’attrazione principale di questa struttura risiede soprattutto nella bellezza del luogo e nel panorama. Le sette camere, tutte di colore diverso e personalizzate, assicurano un’esperienza su misura per ogni ospite.

Ti potrebbe interessare: 10 hotel per un weekend romantico con spa privata

Villa Crespi, Orta San Giulio
Villa Crespi a Orta San Giulio
Villa Crespi a Orta San Giulio
Villa Crespi a Orta San Giulio

2 commenti su “Cosa vedere sul lago d’Orta (e nei dintorni)”

  1. È stupendo il mio lago, da tanto tempo che non ci ritorno, e non lo rivedrò, non si può più! Ma…tanta dnostalgia ❤️

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.