Viaggio in Transilvania (Romania): tutti i luoghi di interesse

Come primo viaggio in Romania, ho deciso di iniziare da un “grande classico”, dalla regione più famosa, ovvero la Transilvania. Tutti associamo l’immagine della Transilvania al conte Dracula di Bram Stoker (e non ditemi di no!), ma oltre ai bellissimi ed enigmatici castelli c’è davvero molto di più. Ci sono belle città vivaci e colorate, chiese fortificate patrimonio UNESCO e montagne, alte e stupende, dove si può sciare e dove è possibile avvistare addirittura gli orsi. Un viaggio in Transilvania è un viaggio estremamente vario ma il vantaggio è che le distanze non sono poi così grandi; vi basteranno 5 giorni per visitare la maggior parte dei luoghi di interesse più famosi della Transilvania. 

Transilvania - Sibiu

Dove si trova la Transilvania

La parola “Transilvania” deriva da un’espressione latina che significa ‘oltre la foresta’ (trans ‘oltre’, silva ‘foresta’). In questo caso la foresta si riferisce ai Monti Apuseni, pieni di alberi, che separano la grande pianura ungherese dall’Altopiano Transilvanico. La Transilvania occupa una parte abbastanza grande della Romania centrale e nordoccidentale e include 16 contee. La capitale della regione è Cluj-Napoca ed è abitata da un mosaico di popoli che raccontano la storia della regione. Ci sono i rumeni (in maggioranza), gli ungheresi (quasi il 20%), i sassoni, i rom e, in piccolissime percentuali, anche gli slovacchi, i bulgari, i cechi, gli armeni e gli ebrei. 

Come spostarsi in Transilvania

Il modo migliore per spostarsi in Transilvania è indubbiamente l’auto, che vi garantisce il massimo della libertà e vi permette di raggiungere anche le località più piccole e remote della regione. Dovrete però fare un pò di attenzione perchè le strade non sono tenute benissimo (ma stanno facendo tanti lavori per migliorarle), alcune zone sono molto trafficate (soprattutto intorno a Bucarest) e ci sono tantissimi cani randagi. Per il noleggio auto io uso sempre il sito di Rentalcars e ho scelto la compagnia Klass Wagen , con cui mi sono trovata bene e la macchina l’ho ritirata all’aeroporto di Bucarest. Per evitare fregature comunque, ricordatevi di controllare sempre il voto e le recensioni che gli utenti danno alle varie compagnie di autonoleggio. Li trovate sul sito stesso di Rentalcars, ma potete fare un doppio controllo anche su Trustpilot. Alcune compagnie offrono prezzi stracciati ma il servizio poi è pessimo. 

Chiesa ortodossa in Transilvania

L’itinerario per un viaggio in Transilvania (5 giorni)

Per visitare la Transilvania io ho noleggiato un’auto e ho seguito questo itinerario di 5 giorni, cui ne ho aggiunti 2 per visitare Bucarest, la capitale. È un itinerario di circa 1000 km; il primo giorno bisogna partire molto presto da Bucarest perchè ci sono tanti chilometri da fare (soprattutto se percorrete la famosa Transfăgărășan), ma i giorni successivi sono meno pesanti. 

  1. Bucarest, Curtea de Argeș , Transfăgărășan e Castelul de Lut Valea Zânelor (notte a Sibiu)
  2. Sibiu, Hunedoara e Alba Iulia (notte a Sibiu)
  3. Biertan e Sighișoara (notte a Brasov)
  4. Brasov, Bran (notte a Brasov)
  5. Sinaia e il castello di Peleș (notte a Bucarest)
itinerario in Transilvania

Dove dormire in Transilvania

Come potete vedere dall’itinerario, io ho deciso di dormire per due notti a Sibiu e due a Brașov e sono stata molto contenta della scelta che ho fatto. Entrambe sono state delle ottime basi per visitare i vari luoghi d’interesse della Transilvania, sono entrambe molto belle e offrono una bella scelta di ristoranti e di locali per la sera. In particolare, io ho dormito in queste due strutture. 

  • Lumiere House (Sibiu): piccolo hotel molto carino nel centro storico di Sibiu con un ampio parcheggio davanti (che di giorno si paga tramite app). Non c’è la colazione ma c’è la macchina del caffè. 
  • Wood House Republicii (Brașov): struttura con poche stanze sulla via principale (pedonale) di Brasov. Molto comodo per spostarsi a piedi nel centro e per i ristoranti. Anche qui c’è la macchina del caffè (comodissima).  
Hotel a Sibiu - Transilvania

Viaggio in Transilvania: tutti i luoghi di interesse

Curtea de Argeș

La prima tappa del mio viaggio in Transilvania è stata Curtea de Argeș, l’antica capitale della Valacchia che conserva due monumenti medievali davvero stupendi. Il primo è rappresentato dalla Chiesa di S.Nicola, costruita a metà del ‘300, e completamente affrescata. Le sue forme architettoniche si ispirano allo stile bizantino e sono davvero eleganti. Il secondo luogo di interesse di questa piccola cittadina da cui inizia la Transfăgărășan (vedi sotto) è la Biserica episcopala (la chiesa episcopale) del Monastero omonimo. Costruita a metà del ‘500, questa chiesa ortodossa è molto particolare perchè è ornata da importanti decori moreschi e non ne vedrete altre così da nessun altra parte durante il viaggio. La chiesa è molto importante anche dal punto di vista storico perchè qui riposano i membri della famiglia reale rumena, ci sono le tombe dei re Carol I e Ferdinand I e delle rispettive regine.  

Curtea de Arges - chiesa episcopale
Curtea de Arges

Transfăgărășan: la strada più bella d’Europa

Da Curtea de Argeș inizia anche la strada panoramica DN7C, o Transfăgărășan, considerata una delle strade più belle d’Europa. La strada si inerpica sui Carpazi Meridionali fino a raggiungere i 2000 mt (sotto al monte Mondoveanu, 2543 mt), prima di riscendere poi verso Sibiu. La strada si sviluppa per circa 90 km e attraversa dei bellissimi paesaggi naturali fatti di boschi e laghi, con tornanti e dislivelli che mettono a dura prova i guidatori. La Transfăgărășan fu voluta da Ceausescu e costruita tra il 1970 e il 1974. Prima di intraprenderla controllate che sia aperta e valutate bene in base alle condizioni metereologiche. La strada normalmente viene chiusa da ottobre a giugno per neve, così come dalle h22:00 all h6:00 perchè potrebbe essere troppo pericolosa. Io l’ho percorsa i primi di ottobre e ho beccato una nevicata; non è stato affatto semplice percorrere i chilometri in quota, anche perchè non avevo le gomme invernali. Calcolate anche bene i tempi perchè da Curtea de Argeș fino a Sibiu impiegherete un minimo di 3-4h (considerando le soste) e tornare indietro significa allungare di quasi 4-5h!

lungo la Transfăgărășan - Romania
Transfăgărășan - Romania

Castelul de Lut Valea Zânelor: il castello delle Fiabe

Questo castello, la cui traduzione del nome suona come “Castello di Argilla della Valle delle Fate”, è molto particolare perchè è un castello moderno, e si trova a circa 50 km da Sibiu. È stato costruito da una coppia di Bucarest nel 2014, che ha deciso di ritirarsi in campagna e costruire una struttura ecosostenibile utilizzando la bioedilizia. La struttura ha diverse stanze, tutte costruite con materiali naturali (argilla, paglia e sabbia), un ristorante e un grande giardino e può essere visitata al costo di 15 Lei (in contanti o carta). Al momento ci sono dei lavori in corso all’interno quindi si può vedere solo il giardino e il castello dall’esterno. Potenzialmente potrebbe essere una cosa molto trash, ma nella realtà è carino, e viene usato molto per set fotografici o eventi. 

Castelul de Lut Valea Zânelor - Transilvania
Castelul de Lut Valea Zânelor - Romania

Sibiu

Se dovessi scegliere un solo luogo d’interesse in Transilvania sceglierei senza ombra di dubbio lei. Sibiu fu la più importante delle 7 città sassoni della Transilvania ed è una città che conserva bellissimi edifici storici ben restaurati, magnifiche chiese e un’atmosfera decisamente cosmopolita. È stata la Prima Capitale europea della Cultura nel 2007 ed è la base perfetta per esplorare tutta la parte nord della Transilvania. Io ci ho dormito per 2 notti e sono molto contenta di aver fatto questa scelta, perchè è davvero carina e ci sono anche tanti bei ristoranti. Il cuore della città vecchia è la grande Piata Mare (Piazza Grande) circondata da palazzi “con gli occhi” (sui loro tetti si aprono degli abbaini che sembrano occhi), collegata a Piata Mica (Piazza Piccola) dove svetta la Torre del Consiglio (salite per avere la vista su tutta la città vecchia!). Poco dietro c’è poi la magnifica Cattedrale evangelica di Santa Maria con un tetto davvero particolare (all’interno non è nulla di che invece). Da vedere ci sono inoltre la Cattedrale Ortodossa (con interni pazzeschi!), i Baia Neptun (i bagni pubblici in stile liberty inaugurati nel 1904) e la Strada Mitropoliei, con tanti e belli edifici storici. 

Sibiu - Transilvania
Sibiu - Transilvania

Hunedoara

A circa 130 km da Sibiu, lungo la strada che arriva a Timisoara, c’è la città di Hunedoara. È conosciuta per essere l’ex capitale dell’acciaio, per i palazzi orientaleggianti (leggi trash)  costruiti dalla nutrita comunità rom, ma soprattutto per il Castello dei Corvino. Questo castello è considerato il più bel monumento gotico della Transilvania e tra i castelli più belli della Romania. Venne costruito nel 1400 su una collina dove un tempo si trovava una città romana, sopra il fiume Zlaști. All’epoca rientrava nei domini del Regno d’Ungheria, per poi passare ai territori del Principato di Transilvania. Si ritiene sia il luogo dove Vlad (meglio conosciuto come il Conte Dracula) venne tenuto prigioniero da Mattia Corvino per 7 anni dopo la sua cattura nel 1462. Si può visitare anche all’interno ma non ve lo consiglio, le stanze sono molto spoglie e stanno facendo dei grandi lavori di ristrutturazione. È molto più bello visto dall’esterno. 

Hunedoara - Transilvania

Alba Iulia

Tornando verso Sibiu vale la pena fare una sosta di un paio d’ore ad Alba Iulia, una città molto importante per la storia rumena. Qui venne infatti sancita l’unione della Transilvania alla Valacchia e alla Moldavia. Alba Iulia è una città dalle origini antiche, fu il centro del potere romano in Dacia e la capitale del Principato di Transilvania tra il ‘500 e il ‘600. La sua particolarità sta soprattutto nella sua Cittadella fortificata che ha una forma stellare ottagona (assomiglia un pò alla nostra Palmanova, di cui vi ho parlato nell’articolo sul Friuli Venezia Giulia). Non riuscirete però a vederla per intero se non con una fotografia aerea. La Cittadella venne realizzata dagli Asburgo per la difesa dai turchi nel 1700 e al suo interno si trovano diversi edifici di interesse: l’Acedemicum Collegium, il Palazzo principesco, la Cattedrale romano-cattolica e quella ortodossa (dove avvenne l’incoronazione di Ferdinand I). Molto belle sono anche le porte barocche per entrare nella Cittadella. 

Alba Iulia - Transilvania
Alba Iulia - Transilvania

Biertan

Lungo la strada che da Sibiu arriva a Sighisoara, Biertan vale sicuramente una sosta. Parliamo di un piccolo villaggio famoso per una delle (quasi) 300 chiese fortificate erette tra i secoli XV e XVI in Romania. È tra le meglio conservate del paese ed è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1993. Il complesso si trova su una collina nel centro del villaggio ed è stato costruito principalmente in stile gotico. Per accedere alla chiesa bisogna utilizzare una lunga scalinata in legno coperta che risale alla fine del ‘700. Alla fine si raggiunge la chiesa, costruita alla fine del 1400 in stile tardo gotico. Al suo interno non perdetevi la porta della sacrestia, costruita nel 1515 in legno intarsiato e unica nel suo genere. Ha infatti un sistema di chiusura che attiva quattro meccanismi e tredici chiavistelli! Tutto il complesso è costituito da 3 cerchie di mura, 6 torri e 3 bastioni. Il bastione più particolare è quello della prigione, dove venivano rinchiusi, a pane e acqua, i coniugi che volevano divorziare con un solo letto singolo, un solo piatto, una sola serie di posate. Tutto per far sì che ritrovassero la pace coniugale! 

Biertan - Transilvania
Biertan - Transilvania

Sighișoara

Un’altro luogo di interesse della Transilvania assolutamente da non perdere è Sighișoara, anch’essa dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.  La città alta di Sighișoara è interamente circondata dalle antiche mura e al suo interno di trova un bellissimo complesso monumentale medievale, fatto di piccole vie acciotolate con le case dai colori accesi. Tra le vie si aprono poi delle piccole piazze con ristorantini, negozi e bar con i tavolini all’aperto: è davvero un gioiellino! Tra le cose da vedere c’è la magnifica Torre dell’Orologio (su cui si può salire per avere una bella vista sulla città), a Chiesa della Collina, sulla cima della collina appunto, e le mura punteggiate da diverse torri che portano il nome delle corporazioni. Sighișoara è celebre anche per essere la città natale del conte Vlad, l’ispiratore della leggenda di Dracula, e c’è un piccolo museo nella casa in cui nacque. 

Sighisoara - Transilvania
Sighisoara

Brașov

Brașov è una delle città principali della Romania e una delle più conosciute anche all’estero. Situata nel sud della Transilvania, Brașov colpisce subito per la sua posizione geografica, ai piedi dei Carpazi, circondata completamente dai boschi. Il centro storico si sviluppa intorno all’asimmetrica Piata Sfatului (Piazza del Consiglio), piena di bar e ristoranti affollati a tutte le ore, con il grande Palazzo del Consiglio isolato nel mezzo, e i principali edifici civili di Brașov. Da qui parte la via commerciale principale della cittadina, Strada Republicii (pedonale), sempre molto animata. Alle spalle della piazza noterete subito anche l’imponente Biserica Neagra (la Chiesa Nera), la più grande chiesa gotica della Romania che si trova in una piazza sotto-dimensionatai, con la torre alta 65 mt. Il nome della chiesa deriva da un incendio del 1689 che la ricoprì di nero. Al suo interno potete vedere una collezione interessante di tappeti orientali, ben 119, regalati alla chiesa dai mercanti che commerciavano con l’Asia nel 1600 e nel 1700. In alcune parti della città sono visibili, inoltre, dei pezzi delle antiche fortificazioni, distrutte poi nel ‘700 per favorire l’ampliamento del centro urbano. 


Brasov
Brasov

Castello di Bran: il castello di Dracula

Ancora più famoso di Brașov è sicuramente il castello di Bran, identificato erroneamente con il castello di Dracula. Il conte Vlad infatti, che ispirò il romanzo di Stoker, non ha mai abitato qui. Bran si trova a circa 30 km da Brașov, su un’altura di 850 mt, e venne costruito per proteggere il passo di Bran che collega la Transilvania Meridionale con la Valacchia. Vicino al castello si trovava una dogana, che funzionò fino al 1800 e il castello venne utilizzato principalmente dalle guarnigioni fino all’inizio del 1900. Dal 1920 al 1947 fu la residenza estiva dei sovrani rumeni. All’interno non c’è gran chè a livello di mobilio e più che per l’allestimento, sono le architetture e soprattutto i panorami che si aprono a valere la visita. Oggi è diventato il luogo d’interesse più visitato della Transilvania, ma forse di tutta la Romania. 

Potrebbe interessarti: Escursione al Castello di Bran e alla fortezza di Raznov

Castello di Bran
Castello di Bran

L’avvistamento degli orsi

Anche se non si tratta di un luogo da vedere, ho deciso di inserire questa attività tra le cose da fare in Transilvania perchè ci sono pochi altri posti al mondo dove è possibile farlo. Tolta la Russia, la Romania ospita infatti il 60% degli orsi bruni (e il 40% dei lupi) di tutta Europa. Vederli da soli è parecchio difficile, ma è possibile partecipare ad un’attività di circa 4h con una guida specializzata per cercare di vederli. Una settimana prima del viaggio ho prenotato questa escursione di avvistamento degli orsi con partenza da Brasov alle 4 del pomeriggio. Dopo un tragitto di 1h circa con un pulmino abbiamo raggiunto un bosco e da lì, nel silenzio più assoluto, in 15’ siamo arrivati nella capanna di avvistamento, mimetizzata nel bosco, con una grande vetrata non visibile dall’esterno. Dopo circa un’oretta abbiamo visto un bellissimo orso a poche decine di metri da noi! È stato davvero emozionante. Chiaramente non c’è la certezza matematica di vederli, ma è abbastanza probabile (la posizione è studiata, così come l’orario).  

Prenota qui l’avvistamento degli orsi (4h – partendo da Brasov)

Avvistamento degli orsi in Transilvania
Avvistamento degli orsi in Transilvania

Sinaia e il castello di Peleș

A chiusura dell’itinerario che ho percorso per visitare la Transilvania, sulla strada di ritorno per Bucarest, c’è Sinaia, una delle località montane più belle della Romania. Oltre ad essere una località sciistica molto amata, Sinaia è famosa anche perchè vi si trova il magnifico castello di Peleș (vedi foto di copertina), la residenza reale fatta costruire da Carol I nel 1873. Il castello si trova all’interno di un bellissimo parco, circondato da montagne che raggiungono i 2000 mt e da boschi. Dall’esterno sembra un immenso chalet di montagna, con elementi rinascimentali italiani e bavaresi, ma sono gli interni che vi lasceranno senza fiato! Il castello è costituito da 160 stanze e 30 bagni distribuiti su 3 piani (c’è un biglietto d’ingresso “completo” per vedere tutti i piani a 30 euro, altrimenti si possono vedere anche solo 2 piani). Le boiserie e le vetrate sono incredibili e sono state fatte da abilissimi artigiani, così come tutto il mobilio. Alcune sale sono a tema (es. c’è la Sala Moresca, la Sala Veneziana, ecc) e sono tutte pazzesche. All’interno dello stesso parco, comprando un biglietto combinato, si può visitare anche il castello di Pelișor, in stile rinascimentale tedesco. È una specie di cottage e servì da residenza al principe Ferdinando e di sua moglie, Maria di Sassonia. Il castello di Pelișor è stato progettato in in stile Art Nouveau e ci sono anche dei dipinti di Mucha. 

Castello di Peles
Castello di Peles

NOTA

Non avendo più di 5 giorni a disposizione da dedicare al viaggio in Transilvania ho dovuto selezionare le cose principali da vedere e ho sacrificato Cluj Napoca, che però pare sia molto carina. Valutate quindi voi se saltare una o più delle tappe che vi ho descritto per visitare la capitale della Transilvania. 

L’assicurazione medico-bagaglio per la Romania

Essendo in Europa, come cittadini italiani abbiamo diritto all’assistenza sanitaria, ma ci sono delle condizioni precise e dei massimali. Il mio consiglio è quello di fare comunque una classica assicurazione medico-bagaglio che vi possa coprire durante il viaggio, anche per il Covid-19. Io mi trovo molto bene con Heymondo, un sito che confronta le polizze di diverse compagnie e propone la polizza più conveniente per quel determinato viaggio. Per farlo dovrete inserire i dati relativi al vostro viaggio e vi manderanno una mail con le proposta migliore che potrete poi acquistare direttamente on-line (essendo miei lettori avrete diritto anche uno sconto del 10%!!!).  Tutte le assicurazioni di viaggio di Heymondo coprono l’assistenza medica anche in caso di contagio da coronavirus, compreso il test se necessario. È prevista anche la copertura per il prolungamento del soggiorno in hotel dovuto alla quarantena. Allo stesso modo la garanzia di annullamento del viaggio include la copertura per malattia o decesso del viaggiatore o di un familiare a causa del COVID-19.

4 commenti su “Viaggio in Transilvania (Romania): tutti i luoghi di interesse”

  1. che bel viaggio!!!1
    dovremmo andare ad agosto , partendo in auto dall’Italia e avendo a disposizione 10 gg faremo delle tappe…..i luoghi da te indicati sono quelli che vorremmo fare, probabilmente non arriveremo a Bucarest, ma ci fermeremo in Transilvania,
    Faremo senza dubbio la Transfagarasan e se fattibile le miniere di sale di Turda.
    grazie mille per i preziosi suggerimenti

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.